Copiando spudoratamente da altri blog e partendo già male, cioè in ritardo (è lunedì e non domenica) e ancora più in ritardo (non è nemmeno la prima settimana dell’anno, ma la seconda) proviamo, come proposito per quest’anno – visto che altri non ne ho fatti, ancora – a fare questa lista di very good things. Sono tentata di scrivere anche la very bad bad bad things, ma verrebbe meno lo scopo terapeutico, no?

  • Svegliarmi sabato mattina alle 15:00 senza la minima idea di che ora fossero.
  • Cucinare per lui: gnocchi, pancakes, panna cotta, pollo alla crema.
  • Pulire il bagno a livello 5 (su 5): svuotando ogni armadietto, e pulendo ogni singolo barattolo, soprattutto la sua schiuma da barba (cercando di ricordarmi che gli uomini hanno seri problemi genetici, non è colpa loro).
  • Passare giornate intere a giocare ai Sims 3.
  • La cena al giapponese e il regalo.
  • Finire il barattolo di burro d’arachidi sul divano.
  • Vincere la partita a nove di texas holdem.

Poche cose, ma la prima vale per dieci.