della freddezza

Qualcuno dirà che non sono mai stata innamorata. La realtà è che lo sono sempre stata, più di una volta, a modo mio, sono stata male per giorni, per mesi, male come solo chi è innamorato può stare. Poi è passata. Sempre.
Quando ho rivisto jd, la terza o quarta sera, mi sono sentita dirgli, con quel poco fiato che restava da un abbraccio, che « mi era mancato moltissimo ». Razionalmente non era vero; razionalmente, nemmeno lo sapevo. Perché in quei mesi senza vederlo, avevo razionalizzato la cosa e per me, lui, era una cosa arrivata, sentita, passata, morta, che è il sentiero tipico e sacrosanto di tutti questi scampoli di passato.
E non è freddezza, ma è istinto di sopravvivenza, baby. E lo dovremmo avere circa tutti. Sarebbe molto salutare che lo avessimo.
Quindi rimango perplessa quando vedo cose come un ex che dopo più di un anno di separazione unilaterale, manda ancora mazzi di rose a casa della ex. Ogni settimana. O un ex che ogni tanto posta sul suo blog di come avrebbe voluto scrivere alla sua ex – me, nella fattispecie – dopo due anni e cose che mai, mai più nella vita – e non perde occasione per ricordare a se stesso di non aver voltato pagina nemmeno per idea.
Io sarò anche fredda. Ma voialtri avete dei problemi con le vostre vite.

3 commenti

  • efraim ha detto:

    Ossì, penso anch’io che chi la vede così ce ne abbia assai… non che non ne abbia pure io, diversi…

    Ma quello che mi colpisce, non dico sia un problema, è questo misurare l’amore con lo star male. per come la vivo io se vogliamo trovare una misura per l’incommensurabile amore, meglio chiedersi e rispondersi del bene, che si vuole, che si sta, che si (s)passa, che si va…

  • anija ha detto:

    Io misuro così quello passato

  • Gatsby ha detto:

    beh, io non ci vedo freddezza…anzi, razionalmente puoi pensarla come vuoi, ma in quel momento, per esempio, hai detto quella frase… personalmente penso che ami qualcuno quando proprio ti scaturiscono le sensazioni da dentro (anche le frase che non avresti mai razionalmente pensato di dire), quando proprio "ti scappa" di provare certe cose.

    e lo trovo molto meno "freddo" di chi recita per anni il ruolo dell’ex abbandonato. Davvero ad un certo punto smetti di amare, se non stai più con una persona, è indiscutibile. Il rimanere aggrappati è solo una finzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.