dei circoli viziosi senza vizi

E sono ancora una volta qua, in una casa un po’ meno silenziosa solo grazie alla televisione che sputa parole a caso. Con spazi vuoti da riprendere per non lasciarli lì a ricordare il vuoto di tutto il resto, di una vita che consiste nello svegliarsi ed andare a lavoro. Con due biglietti nella borsa per un acquario di Genova che non voglio vedere ed  uno per un concerto di Bjork, che mi ricorda che sono passati 5 anni ma sono allo stesso punto di allora. Solo più stanca, meno ingenua, meno adattabile, più schiva, e con più delusioni sulle spalle che appesantiscono tutto il resto. E con una valigia piena di consigli di chiunque su cosa sbaglio, su cosa non va in me e su cosa dovrei cambiare che non so come smaltire e, in un modo o nell’altro, ci finisco sempre dentro.

7 commenti

  • Alisha ha detto:

    Da me non avrai nessun consiglio. Solo un abbraccio pur sapendo che non ti servirà a niente.

    Mi dispiace di leggerti così un’altra volta.

  • lanz ha detto:

    non ti conosco, ti leggo di rado, e commento ancora meno.. sono l’ultimo a poter aprire bocca. però leggendoti pensavo che magari aprirsi, sfogarsi qualche amico (amico vero, che sappia anche contraddirti) può farti bene.
    un abbraccio

  • Amyleee ha detto:

    io ho aperto un blog..perchè avevo voglia di raccontarmi..e pensavo che così mi sarei capita di più..invece mentre mi leggo a volte mi rendo proprio conto che malgrado io faccia finta di niente nella mia vita manca qualcosa…qualcosa che rincorro sempre e che non trovo…penso sempre che la vita non può essere soltanto un susseguirsi di giorni senza contenuti..pieni di "niente" e primi dell’essenziale..per cosa viviamo??e quando tutto va storto,mi dicono che sono io che devo fare in modo che le cose cambino…già..però parlare è sempre facile…ciao!

  • cisli ha detto:

    mi spiace! ti sono vicino ste

  • chiara ha detto:

    …. e diventa sempre più difficile trovare qualcuno che poi abbia la costanza e la voglia di scalfire quella corteccia che delusione dopo delusione ci fa diventare duri, dentro e fuori, e diventa piu difficile avere la forza di spogliarsi delle armature… perchè se si soffre già così con quelle addosso…pensa se non le avessi avute…

  • Amyleee ha detto:

    si chiara hai proprio ragione…si diventa quello da cui si scappa…

  • Devo ancora farlo il biglietto per il concerto di Bjork!! Spero non sia troppo tardi…la adoro e forse ci faccio la tesi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.