home sweet home

Sono quasi due mesi che sono nella nuova casa. E’  tempo di tirare le somme.
Mi manca il lampadario per la camera. *lui* odiava la mia vecchia lampada, comprata anni e anni prima, ovviamente all’ikea, 7 euro per una palla di carta, e così l’abbiamo lasciato nella vecchia casa. Anche perché ci aveva sbattuto contro così tante volte che era un po’ tutto strappato. E adesso *lui* ha deciso che la mia camera non sembra più la mia camera, senza quella lampada. Quindi, ikea arriviamo! a comprare una lampada uguale. Se la producono ancora.
Ho la schiena frantumata dall’aver girato i mobili almeno un centinaio di volte, sopratutto la camera. Quando non so cosa fare, è il mio hobby. Ora ho una disposizione quasi definitiva. Dobbiamo mettere solo quelle due mensole in camera, la mensola in cucina, togliere il tavolino temporaneo dalla cucina e bruciarlo perché è troppo brutto, comprare un divanetto da due soldi e un televisore da due soldi (cosa non si fa per amore), spostare l’acquario in un ambiente consono, installare i due specchi a muro, compreso quello sopra il comò, di fronte al letto (:D). Poi devo finire di fare il cavo per la prolunga per la scrivania (ho trovato la prima ciabatta al mondo con viti non svitabili così non posso metterle direttamente un cavo lungo… che vili marrani coloro che l’han progettata), montare la plafoniera nel disimpegno, gli appendiabiti da avvitare al muro, cercare una mensola per la cucina e comprare sempre all’ikea un gemello del mio benno visto che i miei dvd aumentano, aumentano e non so più dove metterli. E devo prendere le misure di tutte le finestre e per 3/4 mesi pensare bene a che tende mettere, dove metterle, come metterle (potrei fare un post su me e il mio rapporto con le tende). Quando avrò finito (tra seimila anni?) arriveranno le foto. Però non sono nemmeno due mesi e io ho già una casa quasi definitiva con solo un paio di scatoloni ancora da svuotare (di cui uno di vestiti). La cosa ha dell’incredibile.

12 commenti

  • psiche ha detto:

    Invidio molto il potersi occupare di una casa propria.
    Il mio appartamento l’ho personalizzato tantissimo, ma sempre con la consapevolezza che l’avrei dovuto lasciare presto e quindi mi sono sempre trattenuta.

  • anija ha detto:

    Ti capisco benissimo … soprattutto quando si è in una casa arredata. Io nel mio conto di starci parecchio; forse iniziare a volerlo è un buon punto di partenza, visto che fin’ora non sono stata più di un anno nella stessa casa.

  • LaVa ha detto:

    Benedetto il primo che ha aperto l’IKEA…. tutto ciò che si può comprare lì è veramente carinissimo… mi hai fatto venire voglia di andarci a fare un giro, il più presto possibile.

  • eterea ha detto:

    Che bello poter fare un giro all’ikea,grazie a Dio io ce l’ho ad ancona e in 40 minuti posso raggiungerlo.Penso che la lampada a palla ci sia ancora ,sai?

  • Vincent ha detto:

    http://www.samuelesilva.net/dblog/2007-2/femcamp_31.jpg
     qui c’è un tuo primo piano, ma a quanto pare ti hanno fatto tantissime foto a sgamo. Sono io l’unico che te l’ha chiesto?

  • rattodisabina ha detto:

    Vivo un po’ la situazione di psiche. Sono in affitto anche io, e la casa non era arredata. Non la curo un po’ per non spendere, un po’ perchè ho sempre quel senso di provvisorio che pervade tutta la mia esistenza. Se mi fossi messo d’impegno all’inizio a sistemarla come stai facendo tu ora adesso forse me la godrei un di più.

  • milo ha detto:

    la casa è fondamentale, per me è come un prolungamento della mia persona, per cui – affitto o no – me la sono coccolata e me la coccolo con enorme piacere — sapete, sono una socia sostenitrice dell’ikea di torino, quando mi vedono arrivare srotolano il tappeto rosso.
    Anija, bel risultato: io credo che anche metter su casa sia una cosa che si impara, e ogni volta si è sempre un po’ più bravi

    (sei davvero bellissima in quella foto: con quell’aria così anni ’30 e al collo il nastro che parla di tecnologia )

  • LiberoPensiero ha detto:

    sguardo un po’ "impaurito" ma assolutamente bellissima.

  • anija ha detto:

    rattodisabina, ascolta milo
    per me, i soldi spesi nella casa son Sempre soldi spesi bene. Mi sono dissanguata per pagare il mio letto, ma lo adoro e dormirci mi fa sentire a casa come nessun’altra cosa.

    Grazie per i complimenti della foto e Vincent, no, non sei l’unico che me l’ha chiesto ma la foto che hai fatto è l’unica che ho accettato, gli altri son stati costretti a farle di soppiatto

  • Selkis ha detto:

    Il mio rapporto con le tende? Non ne ho nemmeno una, ringraziando il cielo!

  • anija ha detto:

    O davanti a casa tua c’è il nulla cosmico della storia infinita, oppure non hai le mie abitudini

  • Selkis ha detto:

    naaaa…. la casa è piuttosto antica e ho gli scuri in legno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.