varie ed eventuali

Dovrebbe esserci una qualche normativa che regoli la bellezza dei template utilizzabili in base a quanto è interessante un blog. Mi da sui nervi vedere così tanti blog splendidi ma con template inguardabili, mentre blog del tutto inutili hanno template magnifici che fanno pensare a chissà quali contenuti.

Ieri alla fine mi sono fermata da *lui*, per evitare di tornare a casa da sola. Ho mangiato più del dovuto, visto che l’ipotesi che va per la maggiore è che il malore sia stato provocato dal troppo poco cibo; o dal cibo sagliato, o da entrambi. Intanto, stamattina la notizia della top-model morta per anoressia (che strano dar così tanto rilievo alla cosa; è forse l’unica? non si sapeva, prima?) mi ha fatto ricordare quando all’outlet di vicolungo, da Motivi, ho trovato solo jeans taglia 38 (nel sistema italiano, ovviamente, in cui una 42 era una volta la taglia perfetta) e a come mi sono sentita enorme dentro quello stupido negozio.
Anyway. Ora me ne torno rapida a casa (2h), preparo rapidissima il borsone, sfamo i gatti e ritorno da *lui* (1:30h). Forse meglio se mi mangio qualche chilo di zucchero prima di tutto questo, visto che non mi sento proprio ancora in perfetta forma, anzi. Stasera poi si esce (tieni gli occhi aperti tieni gli occhi aperti tieni gli occhi aperti) e si parla di Capodanno. Ah, che bello poter pensare di andare in una qualche località di montagna, in mezzo alla neve. Utopia? A quanto pare.
Domani vedo altre due case, anche se ormai mi sento piuttosto sconfortata. E devo comunque aspettare sei mesi. Quindi trovo poco senso a guardare queste due ultime case. Però ormai l’appuntamento è preso e sembrano convenienti. Chissà che diavolerie avranno dietro, per costare così. Di nuovo pavimenti di piastrelle da pianerottoli sgresi? Impianti elettrici a vista, forse? Moquette del ‘600? Tremo, pensando cosa posso trovarmi davanti.
Poi si torna a casa e domenica stomaco permettendo si va a pranzo a festeggiare gli ormai 68 anni di mio padre. Quasi settanta.
Vado.

16 commenti

  • louis ha detto:

    mah una taglia 38 – a meno che non si tratti di quindicenni – è assurda – per forza muoiono.
    la 42 è -ancora- la taglia perfetta.
    vabbè per i miei gusti

  • efraim ha detto:

    spero di appartenere alla prima categoria di blog (essì……..), comunque una viva le taglie che si attagliano a chi le porta e non viceversa. Talvolta mi è capitato di poter scegliere fra diverse donne e ho sempre più preferito le cicciottelle serenamente calate nella propria pelle alle snelle per forza (anche se non appartengo a quei – peraltro numerosi – maschietti che preferiscono le forme piene a quelle esilmente impalpabili). Ecco una cosa che non riesco a comprendere: la dieta per dimagrire (se non per motivi di salute). Ma sono un po’ assurdo, lo so…

  • ash ha detto:

    Ma dai, la 42 è una taglia giusta. Poi, dalle poche foto tue che ho visto, mi pare che stai benissimo. Io ho il problema contrario al tuo. Dovunque vado non trovo la taglia 36/38 e devo ogni volta modificare quello che compro, spendendo sempre un pò di più.

    Louis, purtroppo ti contraddico. Non sono una quindicenne ma per mia sfortuna sono bella mingherlina e, anche se ho superato i 30, porto la taglia 38.

  • louis ha detto:

    beh Ash se ti senti bene così e non hai problemi di salute è okay – Dipende anche dall’ossatura no? Più altezza ecc ecc. Io mi riferivo a quelle donne che -vogliono- entrare in una 38 ad ogni costo – anche della vita – solo perchè un certo trend lo impone –
    (Ps- anche io preferisco le donne -sottili- ma -sane-)

  • ash ha detto:

    Ahahah, Louis, sono sana ma non sono alta in più ho l’ossatura piccola. In pratica entro in un beauty case.

  • Neme ha detto:

    la taglia 42… credo di averla avuta a 12 anni più o meno XD diciamo che non sono mai stata magra. Pazienza. Cisono tante ragazze magre che mangiano per fortuna. Il metabolismo funziona in modi assai vari

  • D. ha detto:

    Io credo che adesso ci sia un po’ troppa ipocrisia in giro nei confronti delle magre: anch’io sono una “troppo magra” secondo la gente, anche se mangio — e parecchio, specialmente castagne e cioccolata, in questa stagione poi…
    Le 38 qui da me sono anche abbastanza introvabili: nonostante siano perfette per le persone basse ma proporzionate (come me). Non si possono sempre comprare vestiti lunghi e larghi per poi riadattarli! Insomma, un po’ dipende da negozio a negozio, un po’ dalla corporatura di una persona. Certo che è sbagliato non mangiare niente, ma non è più giusto mangiare spaghetti due volte al giorno!

  • Selkis ha detto:

    la modella NON è morta di anoressia.
    è morta perchè era troppo magra, e il suo organismo non ha sviluppato anticorpi di fronte ad una polmonite.
    Essere troppo magra è ben diverso dall’essere anoressiche…

  • anija ha detto:

    Non c’è niente di male a portare una 38, anzi però avere solo taglie 38 in un negozio, quello sì, è il male.

  • IlMale ha detto:

    qualcuno ha chiamato?

     Vicolungo l’invenduto dei negozi di solito? se si  non mi stupisce la presenza della sola 38… è un pò troppo tiratina come taglia… stile ho finito la carne e mi restan le ossicina… se no non son dei geni del commercio…
    @Selkis… beh in entrambi i casi troppo magri o anoressici non è che la fine sia proprio splendida.. o la padella o la brace….

  • serilu ha detto:

    mha, sinceramente io non vorrei mai portare una 38, penso che mi farei schifo. Sinceramente, quale donna (a meno che non sia alta 1,50) starebbe bene con una 38? mha…
    Comunque, è vero, anche io sono subito attirata dal template e se un blog ha un brutto template non mi soffermo quasi mai a leggerne i contenuti…ed è un vero peccato perchè molti meritano!

  • sapu ha detto:

    Template e contenuti ?
    Ma non sarebbe un po’ come ‘obbligare’ le persone di bell’aspetto ad esser interessanti e il contrario ?
    O come obbligare a togliere un brutto pavimento da una casa stupenda…

    La ragazza morta perchè voleva fare la modella è solo un’altro caso di morte per lavoro, uno dei più atroci chè non è per il lavoro che doveva fare ma per quello che voleva.
    Io non riesco a vederla diversamente: se ci riuscissi, vorrebbe dire che ho cominciato a ragionare come quelli che vogliono impaurirti convincerti che, per tutte tante ragazze, val la pena di soffrire all’estremo per  entrare in un abito largo come una grondaia…

  • anija ha detto:

    Serilu, conosco taglie 38 che stanno bene
    Dipende da un sacco di cose, secondo me, prima fra tutte quei 10cm in più o in meno di fianchi (esclusa la carne intorno). Io anche senza un filo di grasso ho 96 di fianchi e questo mi preclude una taglia 38. C’è chi invece con dieci centrimenti in meno (e anche di più) non potrebbe mai mettere una 42. Questioni di costituzione.

  • rattodisabina ha detto:

    un blog per essere per essere "fruibile" deve avere anche un bel template. Quando non riesco a navigarlo me ne vado a leggere un altro. Chi sa scrivere difficilmente si accontenta di un template orribile. Rientra in un discorso più ampio di "buon gusto". Altro discorso è la scelta dei contenuti. Quelli si, ne ho visti di molto discutibili in template assolutamente "stilosi".

  • Alessandrina ha detto:

    Ho sofferto di questi disturbi da adolescente, ora, a 29 sono in carne (taglia 42-44) formosetta e con un pò di pancetta… a volte anzi spesso vorrei che sparisse, però alla fine vedo che adesso le donne in carne anche con un pò di ciccia sono apprezzate quindi penso che rivaluterò la mia ciccetta… meglio ingrasare 1 chilo piuttosto che tornare nel vortice di quei disturbi. Ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.