applausi

« E’ inutile parlare con chi vota destra. Pochi neuroni con cui confrontarsi. » seguito da un commento di un’altro (precisano non sia una scusante, ma a me pare tanto lo sia) « Be’, comunque è vero che gran parte dell’elettorato di destra è stupido e/o ignorante. »

come ho risposto lì:
« Lo sai che è anche per la gente come te, che la destra ha ancora la sua buona parte di votanti? Chi è causa del suo mal… »
Dopotutto, in questi giorni gli appellativi che mi sono stati appiccicati addosso (parlo di me, ma parte erano generici a tutti i non sinistroidi) per le mie estremissime e universalmente stupide opinioni espresse su questo blog (dopotutto, sono pur sempre una brutta cretina), l’avere pochi neuroni è davvero il meno peggio.

38 commenti

  • Claudia ha detto:

    "Meglio tacere e dare l’impressione di essere stupidi, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio…"
    (ovviamente rivolta a chi ha detto quelle frasi…)

  • anija ha detto:

    Ah! Sei la seconda persona che ha letto quei quote

  • Liquidlullaby ha detto:

    Posso quotare Claudia? A me l’ultima volta hanno dato della "moralmente inferiore". Vedi un pò te ^_*

  • Robi ha detto:

    Tutti (tutte?) di destra in questi commenti? *-*
    Comunque
    Sono orgogliosa di sentirmi cretina e di avere pochi neuroni
    Così come sono orgogliosa di avere intorno un mucchio uguale di cretini senza cervello
    E forse ancora di più di avere un sacco di coglioni (come direbbe il Berlusca) che pur votando sinistra, anche estrema sinistra, non fanno commenti neanche lontanamente simili

    Coraggio

    Ah, comunque, anche me ha letto i quote

  • Lore ha detto:

    Bah…

    Anche a me hanno dato del "moralmente inferiore" (insulto molto in voga evidentemente)… e può anche essere vero, dipende solo inferiore rispetto a quale morale…

  • steff ha detto:

    beh sappi che per me è cretino chi vota quell’essere ma si vergogna a dirlo! come molti di quelli che hanno risposto agli exit-poll.

    fossero tutti come te, gli elettori di centro destra, l’Italia andrebbe sicuramente meglio

  • Alessandro ha detto:

    …ti piace Bjork e per questo mi sei simpatica..un consiglio per toglierti dalle scatole Guglielmo Cipollina? Seppelliscilo con una risata..io non la penso esattamente come lui ma stiamo diventando buoni amici…Ciao!

  • wuti ha detto:

    Hai perfettamente ragione. Su tutto. L’unico neo in questo discorso è che se ci offsse ogni tanto  un   "onair: tg3" magari avresti avuto occasione di sentire commenti più intelligenti di sinistra.
    Un po’ come le riviste patinate che sono arrivate in questi giorni a casa, dove Prodi sembra che abbia avuto un incidente stradale e Berlusconi un lifting…è sempre questioni di punti di vista.

    La maggior parte degli interventi dei dirigenti di sinistra è stata sulla falsariga del "fondamentalmente un testa a testa, fino all’ultimo, ma abbiamo vinto".

    Io capisco che la maggioranza sia di poco (25mila voti alle camere sono indubbiamente pochi) e che (notizia recente) 3 seggi in più al senato siano altrettanto esigui, ma capisco anche che nel 2006, in un paese democratico, arrendersi ALMENO all’evidenza della MATEMATICA non sarebbe male.

    Come ho scritto nel mio ultimo post, ed è una cosa a mio avviso innegabile da qualsiasi persona dotata di buonsenso: a sinistra siamo permeati di buonismo. Quando eravamo a Porta a Porta in testa di 2 punti percentuali avevamo Bersani che diceva cosa tipo "dobbiamo cercare la concertazione con l’opposizione, il dialogo, sentire quali sono le esigenze bla bla bla" io TI SFIDO, Anija a trovarmi una sola intervista (giuro, UNA SOLA) dove un qualsiasi uomo di destra ha provato ad affermare la stessa cosa.

    Se anche d’Alema ha sparato una cazzata sostenendo che il risultato è di "portata storica" (non so davvero da dove gli sia uscita…perchè di storico ci vedo ben poco io…comunque…) come lo si può biasimare?

    Vogliamo parlare di chi invece di ripetere incessantemente "toni più pacati" come quei COGLIONI addormentati di sinistra, per tutta la campagna elettorale ha invece parlato di "bambini cinesi fatti concime qualcosa come mezzo milione di anni fa" "togliamo l’ICI e la tassa sui rifiuti, tanto tasseremo le coop rosse" etc…etc..?

    Mandando sms a Roma e Milano a migliaia di persone affermando che Prodi ha donato ai suoi figli  800 mila euro? (a campagna elettorale CHIUSA e quindi con un sms ILLEGALE nonchè inerente la vita privata di una persona…)

    ti rendi conto che, per quanto io apprezzi e stimi (dico davvero) tutte le persone che votano diversamente da me a patto che lo facciano sapendo che cazzo votano e perchè, tutto l’elettorato di destra a votato per una persona che parla di comunisti mangiabambini nel quarantacinquesimo SECOLO?

    Io direi che è ora di provare altre strade, indipendentemente da come ognuno di noi la pensa al momento attuale. E’ il momento di dare una possibilità a Prodi perchè, Anija, che tu ci creda o no (e non parlo dell’Econimist) ci stanno prendendo per il culo in tutto il mondo.

    E nonostante quello che puoi aver letto qui sopra in questo mio commento, sicuramente sentito, sicuramente espresso usando qualche maiuscola di troppo che non è mai educato, nonostante ciò mi sento una persona sufficientemente ragionevole. E nella mia ragione penso che sia ora di cambiare anche (un pochino) per chi ha un posto di lavoro come lo hai tu che, credo di aver capito, è molto molto simile al mio. e non parlo di mansioni ma di tipologia di contratto.

    Se il gufaccio di Prodi non fa il suo sporco lavoro e non lo fa bene, io scendo in piazza con tutto il popolo di destra…giuro.

    Baci.

    (ah, dico dico e poi come al solito mi sono pescato Donna è Web….vorrei dire "ti beccherò il prossimo anno" ma mi sa che faccio prima a stare zitto e ad aspettare fino al giorno prima…  )

    Ciao!
    Andre

  • anija ha detto:

    Il post verteva più sul fatto che il presunto buonismo della sinistra, noi di destra, lo si vede poco. Io vedo gente scandalizzarsi e gridar rivolta per un "coglioni" generico e poi la stessa gente la vedo darmi della nazista perchè non ho votato Prodi.
    Senza comunque sapere cosa ho votato, eh.

    Non è l’essere destra o di sinistra, qui, il problema. E’ il non rispettare le opinioni altrui. Insultare, ridicolizzare, sbeffeggiare, togliere dai preferiti una persona solo perchè non è di sinistra e non la pensa come te (te in senso lato, no te te :D).

    Parlando di politica:
    Io della sinistra vedo questo: una campagna elettorale dove l’unico proposito per un’Italia migliore è stato quello di mandare via Berlusconi. Sì, e poi? Ci sono altri 4 anni, 23 mesi, 3 settimane, 6 giorni, 23 ore e 59 minuti, da occupare. Una sinistra che chiunque abbia un minimo di cervello sa essere solo di facciata: a me, votare a casaccio (non sapendo chi andrà realmente su, appena buttato giù Prodi) non piace; non si può votare a scatola chiusa. Un candidato Premier che nella campagna elettorale porta come cavallo di battaglia la volontà di abolire una legge (quella sull’eredità) che  – per inciso – non credo faccia male a nessuno (anzi) che ha l’unica pecca di essere stata fatta con interesse personale (ma non per questo è utilizzabile solo da chi l’ha fatta: tutti gli italiani ne traggono beneficio). Vuole abolirla, sì. Tanto, lui, i suoi conti li ha fatti e ha beneficiato della legge. Che il resto d’Italia si arrangi. Vedo una sinistra che sono anni che non riesce a dire una sola cosa su cui siano d’accordo tutti quanti loro; cosa può portare, di buono, un branco di persone che non fanno altro che litigare tra loro?

    Ecco. Non sto difendendo la destra, notare bene. Non ho parlato di destra. Ho solo evidenziato cosa è per me la sinistra, da cui si ricava il mio essere rigorosamente anti-sinistra. Anche anti-berlusconi, sì, certo; per questo ho votato Fini. Ma se non ci fosse stata scelta, piuttosto che la sinistra avrei votato Berlusconi.

    PS: E nella mia ragione penso che sia ora di cambiare anche (un pochino) per chi ha un posto di lavoro come lo hai tu che, credo di aver capito, è molto molto simile al mio.
    Non so, io ho un contratto a tempo indeterminato. E per la cronaca, dissento pienamente su chiunque dica che c’è disoccupazione; perchè no, non c’è. C’è disoccupazione perchè non ci si abbassa. Perchè con una laurea triennale che non vale niente si pretendono 3.000 euro netti al mese o niente. Perchè se ho studiato per fare origami mi rifiuto di fare la cassiera. Perchè ormai la gente conosce così poco l’italiano che non sono in grado nemmeno di scrivere un curriculum. Perchè è più comodo starsene a casa a farsi rifocillare dai genitori che alzare il culo e andare a fare corsi gratuiti post-diploma e post-laurea.

  • sapu ha detto:

    Son cose che si dicono senza riflettere.
    Ma si dicono.
    E la rete è quasi diabolica nell’amplificare i rischi di incomprensioni e rotture.

    Certo, chi è di destra è un cretino: crede nella guerra, crede che l’interesse vien prima della legge, etc.
    Certo, chi è di sinistra è un cretino: crede che il Nano sia il male, crede che quelli di destra siano inferiori, crede selettivamente nella non violenza.

    Chi è di destra, chi è di sinistra,
    sono pure altro, però, sono persone.
    Ma questo lo sanno tutti, chè non c’è uno di dx che non ha nemici di sx e viceversa.

    Credo che questo mettersi una fazione contro l’altra sia innato, quasi genetico, in queste terre. E credo che alcuni abbiano fomentato e fomentino queste divisioni aspre ed incivili.
    Ed (un poco) credo che gli eventi delle ultime ore potrebbero far da spartiacque e spingere tutti a tendere una mano…

  • anija ha detto:

    Per me, gli unici cretini sono quelli che a 20 anni suonati e più, molto di più, non sanno accettare opinioni altrui senza insultare. Sarà anche innato schierarsi, ovvio, ma socialmente si deve anche imparare il rispetto.

  • sapu ha detto:

    Il problema sono i giudizi tranciati di netto, la mancanza di equilibrio, la virtù che non sta in medio.
    Non ne hai, amici o conoscenti o parenti, che chiameresti ‘cretini’ ?
    Eppure ci convivi.
    Perchè hanno anche delle qualità e non solo questo terribile difetto.
    O perchè pensi che magari così ci sono diventati, duri e ruvidi come la pelle di un vecchio pescatore dopo anni di salsedine.
    O semplicemente perchè lo reputi giusto, perchè sei convinta che quello che porge l’altra guancia o, al limite, cerca di smorzare toni ed attriti, non è necessariamente il più fesso ma il più saggio…

    … ma poi perchè proprio vent’anni ?!

  • anija ha detto:

    Cifra tonda dopo i 18, la maggiore età.

    Ci sono amici che considero cretini. Sì. Ma per dei motivi. Perchè li conosco. Perchè ho sentito, da loro, almeno DUE frasi. Io, io, non mi arrogo il diritto di insultare più che pesantemente (sì, perchè per me, per quanto non sia di sinistra, nazista è un insulto pesante)  una persona solo se dice o peggio, scrive, "io non voto a destra". Senza sapere altro di me.

    Dai cazzo, anche se si è di sinistra: un comportamento del genere è inaccettabile, cazzo. E’ pessimo. Non ha, ripeto, NON HA scusanti.

  • sapu ha detto:

    ‘Nazista’ è un insulto pesante per chi da peso alle parole. E son pochi ormai.
    Almeno alle proprie, che pronunciano senza curarsi degli effetti.
    Non sarebbe neppure un male se tenessero lo stesso metro per le altrui…

    Se uno che, dici, non ti conosce usa parole che non ti descrivono o ti offendono…
    beh, lo dici tu stessa, non ti conosce, è uno che non sa di cosa parla.
    Con tutte le considerazioni del caso…

    E non è cercare scusanti per l’esser di sinistra, ma cercare ragioni.
    Così come cercare attenuanti (o aggravanti) non cancella l’atto cui sono relate.
    Magari è una condotta inconcludente.
    Magari non più che dire ‘io non mi arrogo il diritto di insultare’ (ammesso che esista un tale diritto) sottintendendo che questa premura che rivolgi ad altri dovrebbe essere rivolta anche a te stessa: il tuo essere civile non rende, automaticamente, civile il tuo mondo.
    Però lo rende più civile…

    PS. Cifra tonda un cavolo, sapessi cosa farei per riavere quei due anni…

  • Robi ha detto:

    tutto l’elettorato di destra a votato per una persona che parla di comunisti mangiabambini nel quarantacinquesimo SECOLO?

    No. Almeno un terzo dell’elettorato di destra ha votato una persona che ancora mi chiedo che c’azzecchi con Berlusconi, nella speranza, parlo per me almeno, che salisse lui e non il Nano. Vane speranze, mi tocca dire, ma pur sempre tali.

  • wuti ha detto:

    Alt alt alt….il mio commento prescindeva da quelle affermazioni. Darti della nazista per il semplice fatto di aver votato a destra e quanto di più stupido e retrogado si possa pensare.

    Ma nonostante ciò io ritengo che una campagna elettorale seria si basi anche su mettere in luce i problemi del paese e "promettere" (nei limiti del possibile) la loro risoluzione. Se per la sinistra ma anche per me, ad esempio, la politica economica di Berlusconi è stata improntata su qualcosa che sempre secondo l’avviso di alcuni, è stato nocivo del paese, promettere di "mandarlo a casa" è quantomeno auspicabile. Forza Italia è sempre il primo partito italiano. Ma non dimentichiamo che ha perso SETTE punti dal 2001. Sono veramente tanti.  Se qualcuno ha dei dubbi sul programma della sinistra può leggersi quando vuole il programma di 270 pagine, che è, lo ricordo, di dominio pubblico e lo può confrontare con quello molto più esiguo, del centrodestra. E poi si fa un’idea, proprio come ho fatto io.

    Dove sta scritto che se tu non hai votato Berlusconi….io abbia votato Prodi ? 

    Sulla stabilità di Prodi: per qualcuno è un vantaggio per qualcuno uno svantaggio ma Prodi non è appoggiato ad alcun partito di centrosinistra. E’ un leader scelto democraticamente dai partiti che formano la coalizione e confermato da un voto impressionante alle primarie. Dovrebbe fungere da collante. Berlusconi, che comunque bisogna dirlo ha avuto una coalizione abbastanza stabile e senza eccessivi dissensi in questi 5 anni, quelle volte che si è trovato a discutere dei meriti partitici, si è scontrato inevitabilmente con quei leader che adesso lui voleva nel celeberrimo "attacco a tre punte".

    Magari con Prodi questo non accadrà per i motivi di cui sopra. O magari si. Ma, a questo punto, con un deficit al 4,4% e una situazione alla trimestrale allo sfascio…mi domando…perchè "non provare"? 5anni sono sufficienti per mostrare un trend positivo o negativo, non mi si venga a dire di no. L’Euro l’Euro L’Euro, tutta colpa dell’Euro…ma chi doveva istituire commisioni di controllo?
    Perchè solo in Italia piccoli e medi commercianti hanno fatto i loro porci comodi con l’aumento dei prezzi senza nessuno stop governativo? Senza nessun calmiere come in Francia, in Spagna e in altri paesi? Loro non avevano l’Euro? Loro non hanno subito l’urto delle torri gemelle e del terrorismo? Perchè i loro conti pubblici non fanno schifo come i nostri?

    Perchè non dare la possibilità a qualcuno di fare meglio?

    tu hai il diritto di votare dove vuoi e hai il diritto di farlo senza che qualcuno ti accusi di essere nazista. Poi quando vedo voti sostenuti da basi ragionate, come la tua, io chino il capo ad un voto COSCIENTE.

    Sono i voti che si basano sulle promesse ridicole di abolizione delle due tasse fondamentali per ogni comune italiano, che mi lasciano inorridito. Gli attuali sindaci di centrodestra si sono lavati le mani da quelle dichiarazioni. Abolire l’ICI ? Stiamo scherzando vero? Si, magari se fai a meno anche dei trasporti pubblici nella tua città…te lo concedo…

    Detto ciò, concludo dicendo che il "beneficio di tutti" per l’abolizione delle tasse di successione viene percepito erroneamente come una buona cosa della quale B. si vanta. Si ma se io ho un patrimonio di 250 milioni di euro e crepo e do tutto ai figli…visto che le TASSE dovrebbero servire a mandare avanti un paese…se pago una tassa anche minima per questo passaggio una tantum…posso morire? Non credo. Prodi avrebbe pagato come tutti gli altri possessori di grandi patrimoni. Non medi, non piccoli…ma GRANDI…solo che il caso ha voluto che sua figlia si sposasse durante il governo Berlusconi. Evidentemente avrebbe dovuto dirle:

    "figliola, sposati quando c’è papà al governo, cos’ paghiamo la tassa di successione e siamo più comunisti invece che piccoli imprenditori"….io direi che è una considerazione ridicola, poi vedi tu

    Allo stesso modo, mettendo in piazza i fatti privati di B. avrei potuto dirgli, mentre faceva il figo parlando della cooperative rosse piene di comunisti, che la sua adorata figlioletta è una delle maggiori azioniste delle coop rosse di bologna.

    Come la mettiamo? Forse hai ragione. La sinistra dovrebbe fare campagne elettorali piu’ sull’impronta di destra, comprando televisioni e demonizzando gli avversari, invece di affogare nel buonismo. Magari avremmo vinto con maggiore distacco.

    Un abbraccio,
    Andre

  • anija ha detto:

    Brava Robi!
    Ecco, diciamolo! Il 47/48% dei votanti a destra ha votato Berlusconi. Quindi, basta dire tutti; basta dire "voti destra, voti Berlusconi!". Non accomunateci alla sinistra! Noi non abbiamo fatto primarie; noi avevamo almeno una parvenza di scelta, non ignoratela.

  • sapu ha detto:

    Dai, non sta in piedi come ragionamento: chi ha votato dx ha votato B. perchè è lui la dx.
        L’ha dimostrato prima di essere eletto, (mettendo insieme ex-fascisti e cattolici e leghisti), durante (governando a colpi di fiducia e legiferando su quel che gli interessava senza il minimo dissenso, fatta eccezione per Follini, su questioni orribili come condoni, procreazione, quote rosa, giustizia, lavoro) e dopo (quando anche nell’ultima campagna elettorale ha sostenuto più o meno apertamente che i suoi avversari non sono nessuno senza di lui.

    Chi ha votato a sx lo ha fatto contro B.
     e tutto quel che ha fatto e che rappresenta.
    Ed ha votato Prodi con intento comune (o ‘da pecoroni’ come mi pare si sia insinuato) anche perchè non ha mai trovato a dx un barlume di autocritica o dubbio su quanto fatto.

    Come scrivevo prima, mi piacerebbe ora vedere quel dialogo, quel tendere la mano, che non c’è stato in quesit cinque anni perchè si poteva governare a colpi di maggioranza.
    Ma la democrazia non è la dittatura della maggioranza.
    Ci hai mai pensato, elettore ed elettrice di destra ?

  • Robi ha detto:

    Grazie Anija

    In effetti, a destra non c’è solo Berlusconi. Anzi per la verità c’è anche troppa gente, compresi partiti come "No euro" a proposito del quale il dilemma è chi è lo spacciatore… Ma sta di fatto che non tutti hanno votato Berlusconi. Insomma, non è che "siamo scemi" e dopo aver visto "come va l’Italia con Berlusconi" e "quello che ha fatto Berlusconi" e "com’è Berlusconi" abbiamo "votato Berlusconi". Abbiamo votato destra.

  • wuti ha detto:

    anija, io non potrei che essere felice del "nn tendere la mano" da parte di Prodi.

    I risultati così vantaggiosi per quel buffo omino sono stati ottenuti non porgendola.

    Se qualcuno è convinto che la soluzione sia riformare certi errori di destra, com’è ,credo, legittimo e democratico per chi ha vinto le elezioni, sa che dovrà usare un po’ di polso, per usare un eufemismo, per ottenere ciò che reputa giusto.

    Io ho capito (mi riferisco ai commenti sopra) che non hai votato Berlusconi, il mio è un discorso allargato. sarebbe lo stesso se tu lo avessi votato. IO NON SOSTENGO che B. sia TUTTO il centrodestra.

    Anzi. Io ho votato un partito che, senza fare nomi, su un paio di questioni, la pensa diversamente da Prodi. Anche se sono questioni minori. Non i piace D’alema, apprezzo Fassino solo superficialmente. Ho una mia idea e un leader ideale (che non lo sarà mai) e che non è Bertinotti (vade retro). Quindi lo voto. Fine.

    « L’importante, in tutte queste faccende, è accettare questa cosa e capirla. Come fai tu. Come credo di fare io »

    Certo che lo fai. altrimenti non sarei qui a discuterne. Non parlo con persone che non sono convinte nemmeno delle proprie scelte o non le sanno sostenere.

    Ora ti/vi lascio perchè magari far finta di guadagnarsi la pagnotta ogni tanto fa anche bene….

    Andre

  • Robi ha detto:

    Perchè solo in Italia piccoli e medi commercianti hanno fatto i loro porci comodi con l’aumento dei prezzi senza nessuno stop governativo? Senza nessun calmiere come in Francia, in Spagna e in altri paesi?

    Sul resto non mi esprimo, soprattutto perché oggi ho il cervello troppo fritto per articolare un discorso con un vago senso logico.
    Solo una cosa.
    Sei andato all’estero, di recente?
    Perché io ho l’immensa fortuna di abitare non troppo lontano dal confine austriaco, oltre che attaccata alla Slovenia. E sono stata in Austria, da quando c’è l’euro, esattamente come c’ero stata prima. E t’assicuro che i prezzi sono molto più alti. Se è stata "colpa dell’euro", ovvero se si sono alzati in coincidenza della moneta unica, o se è successo prima o dopo, questo non lo so. Ma so che sono più alti di come li avevo lasciati poco tempo prima. Anche molto più alti.

  • anija ha detto:

    · Sapu
    Qua abbiamo votato Fini, mi par di capire, o Casini. Non abbiamo votato Berlusconi. Se Fini o Casini avessero avuto la maggioranza, sarebbero stati loro premier. Poi pensala come vuoi, eh, ma noi – ripeto – non abbiamo fatto primarie. Questi sono i fatti.

    mi piacerebbe ora vedere quel dialogo, quel tendere la mano, che non c’è stato in quesit cinque anni perchè si poteva governare a colpi di maggioranza.
    Ma la democrazia non è la dittatura della maggioranza.
    Ci hai mai pensato, elettore ed elettrice di destra ?
    Sai, mi fa un po’ ridere. Sopratutto dopo aver letto questo, e altre cose dello stesso genere:
    "Dopo aver accusato per tutta la campagna elettorale la Casa delle libertà di aver spaccato il Paese, Romano Prodi ha in tempo reale bocciato le sagge ed avvedute proposte di chi nell’Ulivo aveva sottolineato la necessità di un percorso istituzionale condiviso e di una corresponsabilità di governo con chi rappresenta l’altra metà degli elettori italiani"

    Bello, il vostro tendere la mano. Bellissimo.

    ‘da pecoroni’ come mi pare si sia insinuato

    dove? Quando ho detto che noi avevamo una parvenza di scelta intendevo dire a queste elezioni; ed è vero, voi la vostra scelte l’avete fatta alle primarie. Non sottointendevo nulla.

  • Robi ha detto:

    chi ha votato dx ha votato B. perchè è lui la dx.

    Vuoi sapere meglio di me chi ho votato e perché l’ho fatto? Io ho votato AN nella speranza che, se fosse salita la destra, potesse essere Fini a governare. Non nella rassegnazione di sapere che comunque era come votare Berlusconi, ma nella speranza di riuscire a vedere qualcuno che reputo migliore di lui al governo.

    Edit: qua non faccio altro che editare forme verbali del menga… ho detto che ho il cervello fritto oggi >.<

  • anija ha detto:

    · wuti
    Non concordo con il tuo commento; e questo è ovvio come tu non concordi come il mio. Come ho detto e ripetuto: « non esiste una verità assoluta ». L’importante, in tutte queste faccende, è accettare questa cosa e capirla. Come fai tu. Come credo di fare io. L’opinione – e solo in questo caso si può parlare davvero di opinione – politica viene dopo.

  • sapu ha detto:

    Anja
    ho letto il tuo nuovo post ma questo mi pare ancora aperto, quindi rispondo.

    Il problema della scelta mi pare contestato.
    Ripeto e condivido e ribadisco quel ‘pecoroni’ che ho usato io (prima di attribuirlo ad una tua insinuazione) perchè in effetti a sx si è votato così: per avere Prodi !
    Tu ipotizzi un premierato di Fini o Casini ma (aldilà di tutte le dichiarazioni sulla leadership del cdx) ci credevi davvero ?
    Credevi che an e udc potessero prendere abbastanza voti ?
    Come se io credessi nel premierato di Di Pietro o Bertinotti.

    E cmq, vedi, non è neppure questo il punto.
    Non è neppure la cruda realtà dei numeri.
    E’ stata la condotta da premier di B. che ha lasciato ai suoi alleati lo stesso spazio che ha lasciato all’opposizione.
    Zero.
    Ora, io chiedo: ma davvero, votando una delle tre punte, qualcuno di dx, a meno fosse obnubilato, poteva ragionevolmente prefigurarsi altri scenari che non uno identico a quello passato ?

    Sul tendere la mano…
    Io non sono Prodi.
    Nè un dirigente di sx dopo una vittoria sofferta (che magari toglie un pò ossigeno al cervello).
    E neppure il giornalista che ha riportato il pezzo.
    Io ti ho esposto un mio auspicio, credo abbastanza sentito e condivisibile a sx.
    Io sto tendendo la mano perchè questo spirito da piazzale Loreto non piace neanche a me, se è vero che pure questa discussione pare prendere una brutta piega.
    E in ultimo, sto tendendo la mano dopo che per cinque anni nessuno a destra l’ha tesa, quindi -se permetti- la cosa costa anche un certo sforzo.
    Ora, quel tuo ‘Bello, il vostro tendere la mano. Bellissimo’ mi pare tutt’altro che conciliante: fossi uno di dx, di quella dx che vota i Berlusconi e i Tremaglia ed i Calderoli ed i Giovanardi, probabilmente avrei replicato in malo modo.
    Sicuramente però non avrei fatto neppure la proposta.

    Vedi tu come sono stati questi ultimi cinque anni, se non ti offende la parola ‘obiettività’ pronunciata da chi crede che, nel recente passato, molti qui si siano bendati gli occhi.
    Vedi come vuoi che siano i prossimi cinque o quelli che saranno…

  • malkosh ha detto:

    Anija, o sai cos’è il proporzionale, e quindi ti rendi conto che votare chiunquesia tra i "tondini" di destra

    è

    NEGLI EFFETTI scegliere Silvio Berlusconi come Presidente del Consiglio (è quanto la legge dice, non io)

    o non lo sai, e non ti rendi conto di cosa hai, materialmente, votato.

    Aprite gli occhi.

  • anija ha detto:

    Ok, vorrei capire questa cosa meglio:
    Poniamo che la coalizione abbia la maggioranza. Se AN avesse preso il 60% dei voti di destra, FI il 30%, e il restante dei partiti il 10%, Berlusconi sarebbe sicuramente restato dov’era, proprio secondo la legge?

    Lo chiedo perchè potrei essermi sbagliata, eh. E se così fosse sarebbe il primo caso: non conosco bene la legge proporzionale. Lo chiedo direttamente a te perchè con il tuo commento – una spiegazione – ti poni nella posizione di sapere molto bene quello che dici e quindi di darmi una risposta corretta.

  • malkosh ha detto:

    Sì, la teoria è quella. Ma la pratica è questa: che il fatto che i vari partecipanti – a destra – abbiano concorso con il nome del partito più il loro nome inserito nello stesso simbolo non è perché avessero speranze di avere la maggioranza delle preferenze (questo è essere realisti; perché il partito di Fini ha perso quota e quello di Casini ha sì acquistato, ma ha comunque scarso peso, troppo scarso, per poter raggiungere il anche solo il 25.1%; e perché Berlusconi non avrebbe mai accettato una legge che lo avesse potuto porlo in una posizione di svantaggio rispetto agli "alletati", soprattutto sapendo che il suo è il primo partito della coalizione.), ma semplicemente per sapere, al domani delle elezioni (che le avessero vinte o no) quanti voti aveva conquistato l’uno e quanti l’altro.

    Questo è quanto.

  • anija ha detto:

    No, aspetta. Mi fermo alla prima frase.
    Sì, la teoria è quella.
    e la comparo con la tua frase precedente
    è quanto la legge dice, non io

    Allora, la legge dice una cosa, ma la teoria dice il contrario? Su cosa si basa, allora, la teoria?
    Sono confusa.

  • malkosh ha detto:

    Tanto la teoria quanto la pratica si fondano sulla legge. Nella legge trovi una fattispecie, cioè la classificazione di mere ipotesi entro "contenitori" che  non sono variegati come la realtà; la realtà, invece, individua quelle ipotesi nel dato concreto. Non devo spiegarti io che teoria e realtà non sono sempre portate a coincidere, per quanto nei punti cardine possano collimare e non smentirsi l’un l’altra. Questi sono i minimi presupposti dello studio delle istituzioni del diritto.

    Pensa, piuttosto, a chi ha approvato la legge, e in quale clima. E capirai cosa giustifica la legge e le possibilità che questa individua. E in che modo la pratica si insinua, come una beffa, nella teoria, nella pratica smentendola.

    Ciao ciao.

  • anija ha detto:

    Chi ha votato destra senza votare FI, lo ha fatto conscio del fatto che sarebbe servito a poco, ma che tentar non nuoce. Anche il refeerndum sulla fecondazione assistita, si sapeva come sarebbe andato e votare non serviva a niente. Ma si è votato. Noi abbiamo tentato. E non per ignoranza della legge, ma per speranza; perchè quella legge non escludeva questa possibilità (per quanto fosse remota nei fatti).

  • malkosh ha detto:

    Sì, parliamo di speranza per il referendum.

    Ma qui è illusione.

  • anija ha detto:

    Ok, allora dì che siamo illusi.

    Ma non che abbiamo dato – per ignoranza della legge o per incoscenza – il nostro voto a Berlusconi.

  • Thunder ha detto:

    Non entro nel merito delle varie convinzioni politiche. Solo due cose: attenta con la storia dei laureati, prima parlaci e poi fatti un’opinione: potresti scoprire che la situazione è assai variegata. E’ vero che ci sono i vari figli di papà (peraltro di destra e di sinistra, sospetto però in impar condicio, ma è solo una sensazione), ma la maggior parte di quelli che si trovano incastrati dalla famosa legge Biagi si danno da fare quanto una colf, non riuscendo mai a migliorare la propria situazione. Tu hai un contratto a tempo indeterminato: mi fa molto piacere, ma ciò non vuol dire che a tutti venga offerta la possibilità di averlo. Evidentemente fai un tipo di lavoro per cui è conveniente assumerti, ma non si può far tutti lo stesso lavoro. e con questa trovata dei "lavori a progetto", lo stesso progetto può essere rinnovato ad libitum, per anni.  Seconda cosa: è vero che non c’è solo Berlusconi, ma sentirsi dare del "coglione" dal proprio Presidente del Consiglio (e ribadisco: presidente del consiglio, mica soltanto leader di partito), è un brutto segnale di come si intenda la democrazia. Un segnale che non ho mai riscontrato in nessun altro. Ecco, su questo mi sarebbe piaciuto ascoltare qualcosa da Fini, visto che si era presentato come alternativa a Berlusconi, e visto che dovrebbe essere nel dna di AN il rispetto per le istituzioni e quello che esse rappresentano, ossia il popolo italiano (TUTTO il popolo italiano). Avrebbe potuto essere una buona occasione per un doveroso distinguo. Ma non ho sentito nulla, e lo dico da cittadino, non da militante. Sarà anche vero che si è proposto come alternativa, ma non è che abbia fatto molto per smarcarsi ed offrirsi in tal senso. E’ stato quasi più dirompente il "moderato" Casini (…pensa un po’). Ciò detto: nessuno può darti della "nazista" solo in quanto persona di destra. Chi lo fa, ha in testa le stesse cose di un signore che va in giro dicendo che i comunisti mangiano i bambini. Pardòn, li lessano a bagnomaria.

  • malkosh ha detto:

    E invece sì. Perché un conto è un referendum, in cui – purché non fallisca, o purché non vincano i no (o i sì, dipende dal punto di vista), dai sostegno alla tua posizione. E’ speranza, perché sai che non ce la farai, ma è un tentativo per cambiare rotta, visto che gli altri hanno già vinto, e tu intervieni nella posizione opposta.

    Qui, invece, è illusione, perché o hai matematicamente la certezza che il tuo vinca, o sai che il tuo voto finisce a Berlusconi.

    Quindi, sì, avete dato – per incoscienza – il vostro voto a Berlusconi. Che non è un giocatore come gli altri, ma il banco.

    E il banco fagocita tutto, anche le più ingenue intenzioni.

  • anija ha detto:

    · Thunder

    e con questa trovata dei "lavori a progetto", lo stesso progetto può essere rinnovato ad libitum, per anni.

    Sai cosa c’era prima dei contratti a progetto, prima della legge Biagi?
    I co.co.co. Sai cos’avevano di diverso? Che dopo il termine ultimo (due anni) di rinnovabilità, le ditte licenziavano. Lo so, oh, se lo so. Sono stata due anni io stessa, in co.co.co.

    Secondo te, se chiedo ad una delle mie colleghe, che è assunta a progetto perchè la ditta non può offrire di meglio, lei cosa sceglierebbe tra co.co.co (e quindi, licenziamento istantaneo per la scadenza) e il contratto a progetto?
    Bella domanda.

    Riguardo a Berlusconi, qua siamo tutti contro … inutile continuare a elencare i suoi difetti, ben, ben noti. A tutti.

  • emme ha detto:

    Trovati la busta paga dimezzata, perché da co.co.co. sei passato a co.co.pro., e poi spiegami come si fa a difendere la legge 30. Ho troppo rispetto per i morti, per chiamare legge Biagi (che poi, in fondo, era un "rompicoglioni", come disse qualcuno), uno scempio del genere.

  • anija ha detto:

    · emme
    Come ho scritto nel mio commento, meglio busta paga dimezzata che licenziamento per la non rinnovabilità, no?
    Sicuramente ha i suoi lati negativi, non ho mai detto fosse una manna dal cielo. Ma per qualcuno è innegabile che abbia avuto dei risvolti positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.