non dormo

Che umore di merda.
La pioggia, o quel che ne rimane, dovrebbe rasserenarmi, finalmente
respiro, finalmente la casa non sembra un forno, invece l’odore
appiccicoso dell’asfalto troppo secco mi irrita, mi infastidisce e
ovviamente, mi intristisce. iTunes ha attivato il mode "omicidio
premeditato da far figurare come suicidio" mettendo su solo
esclusivamente canzoni troppo ben note, e decisamente inseribili nella
mia nuova playlist "Remember (attenzione causa depressione!)".
Umore di merda per *lui*, per me, per il tempo, per il sonno, per
stupidi pensieri che (ri)girano in testa da giorni. E poi mi si chiede
perchè sono così: vorrei vedere voi, a girare tutto il giorno con un
mattone al posto della testa, arrivi a sera che l’umore non è solo
fiacco, è spompato, quasi esanime.
Ogni cosa è un segno, ogni gesto, voce, è una cosa che va ad
appiccicarsi al mattone e lo rende ancora più pesante. Voglio solo
qualche momento di serenità, di non-solitudine, di compagnia sincera,
reale e tangibile, per poterlo togliere sto mattone, so che sarebbe
facile, come se niente fosse. Come se non ci fosse mai stato. Ma ora
c’è, e non capisco se non dormo per quello o per il caldo o per i peli
di gatto che rivestono ogni singola cosa in casa mia, fattostà che non
dormo, potrei mettere su anche 2001 odissea nello spazio che starei con
gli occhi spalancati fino alla fine (e sarebbe la prima volta). Non
dormo e tra poco vedrò anche io auree e dottorini con il camice bianco.
Mio dio.

10 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.