*lui*

Ieri ho scritto

Il problema è che le cose che sono successe da gennaio ad ora hanno
oscurato quello provavo. Si tratta di ricominciare a fidarsi, di se
stessi e dei propri sentimenti innanzitutto. Ma non posso farlo in
queste condizioni. Non posso ri-scoprirmi innamorata di una persona che
non rispecchia affatto la persona che vorrei amare. Di una persona che
non mi rende serena.

E stasera ne ho un po’ parlato.
E in effetti sembra strano, io sarei la prima a dire "Se non lo ami
più, non lo ami più. Non si ricomincia mai ad amare.". Ma è diverso. Di
lui mi sono innamorata in 5 secondi. Ho pensato che avrei voluto
passare la vita con lui in un pomeriggio. Ho capito che probabilmente
avrei passato la vita con lui in un paio d’ore, davanti a una birra chiara media.
E so che basterebbe avere anche solo il sentore che lui è davvero così
com’era, che non fingeva, che non era tutto più bello solo perchè erano
i primi tempi e i primi tempi i difetti non si vedono. Anche solo il sentore
e l’amore che adesso c’è, c’è ancora, ma è coperto da mille strati di
polvere, smog e lacrimogeni, salterebbe fuori, più lucente di prima.
Senza nemmeno una riga che ne intacca la superficie perfettamente
liscia e smaltata. Solo un sentore. Ma è difficile, visto che
anche gli occhi sono coperti da polvere, smog e lacrimogeni, e dietro
ogni gesto bello ci vedo ancora i mille problemi dietro.

1 commento

  • SmilingSoul ha detto:

    E’ qualche mese ormai che ti leggo, e mi è già successo qualche volta di pensare di lasciare un commento a un tuo post, ma mai l’ho fatto.. oggi leggendo, ho DAVVERO letto quel che scrivo io e sto vivendo io, uguale: stesse sensazioni, stessi pensieri, stessa idea di dire "Se non lo ami più, non lo ami più. Non si ricomincia mai ad amare.", stessa forza nei ricordi, stessa velocità nel modo in cui mi sono innamorata e nel modo in cui ho pensato che lui è Vita. Tanta necessità di fidarmi di quello che scelgo di fare dire a lui, e necessità di fidarmi di me. Tanta. E riscoprire che lui è quella persona che fino a gennaio mi capiva al volo, senza l’uso di parole, che l’amore che ho provato per lui, da qualche parte ancora c’è in me, ricoperto dal male che mi ha fatto..e è davvero difficile crederci ancora quando ogni giorno ormai stupide parole e stupidi gesti, nascondono il bello che vivevi prima..e ogni giorno sembra poter nascere di nuovo tutto come un anno fa, e invece..a sapere come fare, come comportarsi, lo condividerei con te.. chiudere tutto, dare ancora speranza, approfittarne (per poi rendersi conto che non si riesce in realtà..).. leggerò, magari tu troverai una "soluzione".. [tra sparare oppure sparire, scelgo ancora di sperare
    finché ho te da respirare
    finché ho un cielo da spiare..]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.