blog, cibo e lui.

Ed ecco che ora ricomincerò a postare, a postare delle uscite con gli amici, delle vicende nel cercar casa e nel traslocare, dei vestiti e dei pensieri e delle cazzate che succedono.
Mi sento libera, protetta da una stupida password da sguardi indiscreti. Questo blog tornerà pubblico prima o poi (anche perchè così non ha senso di esistere). Ma alcuni post verranno oscurati, perchè non devono avere uno spazio pubblico, sono cose che non mi piace aver fatto e che non devono essere sapute e che farebbero soffrire.

Non ho mai avuto problemi alimentari.
(ecco il modo di iniziare un discorso assolutamente inutile in modo da farsi ascoltare ;))
a parte il fatto che mangio poche cose, pochi generi, e che solitamente non mangio tanto, non considero il cibo come un piacere ma come una funzione abbastanza fastidiosa ma necessaria e che dovrebbe occupare il minor tempo possibile. Con giggio il piccolo chef, l’abitudine era quella invece di fare tutti i pasti (eccetto la colazione, se dio vuole) e anche abbastanza consistenti. E via, che l’ago della bilancia sale e sale.
Ora che son da sola, il solito problema. Non sono in grado di mangiare da sola. Posso anche riuscire ad andare al supermercato e prendermi la mia roba surgelata, o anche qualcosina di veloce da preparare da me (che, per quanto ci crediate, sono brava a cucinare, solo che sono svogliata :mm:), posso arrivare a casa, metter su e prendere il mio piatto e mettermi su un film, ma poi al primo boccone lo stomaco e la gola si chiudono e mi sembra di mandare giù sabbia e mentre il cibo molto lentamente scende opprimendomi, la solitudine sale ad effetto risucchio.
Ho pranzato lunedì al mac donald. Mercoledì ho cenato con una carbonara a metà. Sabato pomeriggio mezzo panino allo spizzico e ieri finalmente a pranzo al mac e due fette di prosciutto cotto e un formaggino alla sera. Oggi pranzo di famiglia, tutto gratis, ho mangiato due cucchiai di polenta e delle patate al forno. WOW.
Stasera già meglio, un po’ di pasta e del prosciutto.
Intanto ho perso circa 1/2 chili, speriamo di mantenerli così che male non fanno (ho riserve per mesi qui :S)

Stasera: sprok e t. da me, loro comodamente che arrivano, usano il mio bagno a turno e poi si mettono sul letto che scrocconi. però hanno portato il cibo, bene così. Poi si è unita anche laury e alla fine siamo rimaste io e sprok a guardarci metà Via col Vento. Stasera mi sono divertita parecchio. Era da tempo che non si stava un po’ insieme a cazzeggiare così, mi piace.

Continuo a rileggere quello che lui mi ha scritto questa mattina e continuo a pensarlo.
Stavo per fare l’elenco delle cose che penso e che mi piacciono di lui, ma sarebbe infinito e assolutamente idiota. Io non sono dolce solitamente e mi rivolta abbastanza il genere di maschio "ti conquisto con le frasi da cioccolatini". Eppure con lui sembro un oca rincretinita che sa solo dire banalità assolute. La cosa brutta è che le penso, caspita, le penso davvero ma una volta dette suonano così male che mi sotterrerei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.