del perché poi ci sono i litigi

Ma su cosa cazzo dovrei farmela, sta risata? Sul rileggere che dopo tutti sti mesi io continuo a prendermi della pazza di turno, quella con la fervida immaginazione che si immagina tutto, quella che fa discorsi che non stanno mai né in cielo né in terra, quella che dà i numeri, e questo dopo che lui si lamenta che gli faccio notare difetti che sì, sono veri, lo sa, ma non gli piace che glieli si facciano notare. Mentre io sono qua a lasciar ripetere, ancora e ancora, i difetti che non ho. Che grande risata, sì. E che volevo far pace. « ma quello che cazzo non capisci è .. ». Già. Quello che cazzo non capisco.

4 commenti

  • efraim ha detto:

    in effetti, detta così, fa ridere: vista dal di fuori, eh…

  • diego ha detto:

    sei davvero una strana creatura. per qual poco che si può capire dai tuoi post quell’uomo è schiacciato dalla tua sesnsibilità e dalla tua capacità di chiamare le cose con il proprio nome. Le sue sono difese (anche un po’ infantili se vuoi) che non potranno che aumentare nella stessa misura in cui tu affondi nelle tue analisi e disamine. Il dicorso è più lungo, ma credo che tu abbia già capito.  Mi sa che un taglio netto sia una buona idea, non foss’altro per tutta la sofferenza che ci stai mettendo in questo <EoF>.

  • mario ha detto:

    fai delle foto stupende!! non farti mettere i piedi in testa da nessuno. cerca di volerti bene e di farti voler bene da chi ti accetta per quello che sei veramente anche con i tuoi difetti. ciao

Rispondi a diego Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.