Dopo nemmeno un mese dall’aver scritto dei ricordi, trovo una scatola dimenticata, lettere, pagine di diario. Leggo cose scritte quindici anni fa.
E succede all’improvviso: rivedi gli anni passati, unisci con una linea tutti i puntini e ti accorgi che hai sbagliato tutto. Che gli sei sempre piaciuta. Che quelli erano gli anni più belli. Che era invidia. Che era amore davvero. Che eri bellissima e non lo sapevi. Che avevano ragione Ligabue e Baricco. E sorridi.