Mentre aspetto che SVN finisca il commit e che mi risponda il referente per CartaSì, mi sembra il caso di postare qualche aggiornamento.
Parliamo della casa: ci abitiamo, ormai, da più di una settimana. L’auto-trasloco è iniziato e finito sabato scorso (e io ho rimpianto tanto, tantissimo, di non aver commissionato tutto a una ditta di traslochi), gran parte dei mobili sono stati posizionati, montati, puliti, riempiti. Manca ancora la cucina (e per questo malediciamo tutti insieme quella stupida commessa ikea), manca una scarpiera (ma da questa notte ne abbiamo una temporanea), mancano i mobili del salotto. Lo studio e la camera sono praticamente finiti invece, con il guardaroba pax montato con estrema fatica (metter su le ante scorrevoli è stato un dramma anche se eravamo in 5), la meravigliosa lampada maskros, la scrivania, i computer connessi e tutto il resto. Mancano un paio di piastrelle qua e là perché abbiamo sbagliato i conti e mancano ancora le piantine nuove sul balcone ma, insomma, si vede una luce ormai vicinissima in fondo al tunnel.
Sul fronte matrimonio, nonostante il casino dell’ultimo mese traslocante, abbiamo fatto passi da gigante (uno di quelli piccoli però): abbiamo ordinato le fedi e comprato il vestito per lui, il primo che ha provato, che quando è uscito dal camerino la consuocera dei miei suoceri s’è praticamente messa a piangere per l’emozione, e il commesso era visibilmente affascinato; potevamo non prenderlo? E al massimo lo rivenderemo una volta finito tutto, anche se alla fine grazie a questi amici di amici di amici di parenti siamo riusciti a scucire uno sconto di 600€ che non fa mai male.
Domenica abbiamo l’appuntamento si spera definitivo per la luna di miele nonché lista di nozze, con le nostre modifiche e il nuovo preventivo. Abbiamo anche trovato i vasi per il tavolo dei confetti, che compreremo in due giusto per abbattere le spese (e rivenderemo pure loro finito tutto). Gli inviti sono arrivati e sono belli belli belli da star male e il fantastico collega mi sta anche facendo la grafica per non fare il solito invito, che purtroppo 300€ di “ideazione” da spendere non li avevamo, e anche li avessimo avuti, ci avrei comprato piuttosto 10 stecche di sigarette. Insomma, appena ho un secondo riprendo in mano la lista e spunto tutto, così almeno mi sembrerà anche qui di essere quasi all’arrivo. Quasi.