Io non lo so perché, gira e rigira, sta gente ce la becchiamo tutti noi.
I nuovi inquilini della nostra attuale casa alla prima visita avevano espresso la volontà di comprare i mobili. Al secondo incontro per stabilire il prezzo eravamo noi, loro e la loro delegazione familiare in cui, oh, incredibile, erano tutti mobilieri. Io avevo chiesto 2.500 per tutto, loro “a noi l’agenzia ha detto 1.500” e quindi? Io non ne ho nemmeno mai parlato con l’agenzia immobiliare, che c’entra in sta transazione? Allora alla fine facendoci i calcoli dello sbattone di smontare e portar via abbiamo accettato 1.500, e loro “eh no 1.500 però no perché non teniamo l’armadio”. Poi discorsi tipo che con 2.500 da MondoConvenienza compravano tutto… certo! Perché siete belli e simpatici, eh? Vabeh, rimaniamo che ci pensiamo. Nel frattempo lei guarda la libreria e dice “peccato che non ho nessun libro, quindi è inutile e non la voglio” (O_o). La sorella le suggerisce di metterci davanti una tenda (!) e metterci i piatti, lei storce il naso. Io giorni dopo la libreria la offro a mio cognato, che se la prende ben volentieri. Poi ci risentiamo con la tipa, dice “veniteci incontro, fate 1.300” e noi stremati accettiamo; “fai che lasciare anche la libreria” mi fa; e qui mi sale ancora più nervoso: magari lo decido io cosa lasciare in più o no visto che il prezzo l’avete deciso voi? Non dico niente. Oggi la risento per darle le coordinate bancarie, e le dico che per la libreria sono già in parola. Ecco, lei dice che allora dobbiamo abbassare il prezzo, certo, le faccio, e di quanto? Eh, non più di 1.000. Tesoro, quella libreria nuova ne costa 150, mi stai prendendo per il culo? Mi costa meno andarne a comprare un’altra, NUOVA, e metterla lì. Allora dice che sente il fidanzato e ci risentiamo. Nel frattempo jd mi da il via libera per, finalmente, sfancularli. Loro richiamano dicendo “eh, non più di 1.100 perché dobbiamo comprare anche il divano” e io le dico “sai che cosa? ci prendiamo tutto e siamo a posto così”. Adesso voglio vedere, quando entreranno in casa e dovranno comprare lampadari, mobili del bagno, scarpiere, scrivanie, tavoli, cucine, mobili televisione, credenze e tutto il resto (no perché piuttosto io regalo tutto a un mercatino delle pulci), quanto spenderanno. Credo che dopo un paio di mesi telefonerò e chiederò, se sono stati nei 1.100!