Il mio futuro suocero è tornata da un viaggio lavorativo Calabria con qualche tonnellata di limoni, aranci e mandarini. I limoni se li sono tenuti per fare il limoncello (e dopo che ho visto come si fa, sono rimasta talmente nauseata che posso dire con certezza che non lo farò mai), ci han dato qualche chilo di mandarini e arance; ora, noi siamo in due, e per non farli andare a male cominciavano a uscirci dalle orecchie; così ho deciso di fare, appena avevo un momento, le scorzette d’arancia. Il tentativo dell’anno scorso si era risolto in scorzette buttate via: troppo zucchero! La ricetta me le aveva fatte passare ancora nello zucchero dopo averle candite… doveva suonarmi qualche campanello, ma non mangiando roba candita ho seguito tranquillamente quanto indicato.

Questa volta la ricetta l’ho trovata su cosebelle, uno dei miei nuovi blog-must della stagione e ho provato a dargli fiducia (lo stufato alla guinness trovato da loro è stato un successone!).
Mi sa che ho frainteso un passaggio e ho messo la metà degli ingredienti, ma sta di fatto che a jd, come sono veunte, piacciono molto, quindi ricetta approved!

Per la cronaca, quando ho trovato il tempo le arance erano finite e ho dovuto comprarle apposta =_=

INGREDIENTI

  • 3/4 arance, possibilmente bio, possibilmente non del supermercato.
  • acqua
  • zucchero (almeno 250gr)

PREPARAZIONE

Tagliate la buccia dalle arance, non togliendo completamente il bianco. Io ero indecisa tra le arance con la buccia spessa o sottile, e leggendo qua e là pare sia meglio quella spessa.
Metterle in una pentola e ricoprirle completamente d’acqua fredda. Portare a ebollizione, lasciar bollire per cinque minuti, scolare e risciaquare.
Ripetere da capo l’operazione per 4/5 volte almeno. (questo serve per togliere l’amaro alla scorza; c’è chi le lascia a bagno tre giorni, cose del genere, ma già mi sembra un procedimento estremamente lungo per dei gingilli che quasi nessuno mangerà, non complichiamocelo ancora).

Asciugarle bene, pesarle.
Mettere in una pentola acqua e zucchero in parti uguali fino a raggiungere il peso delle scorze (e io qua mi sa che ho dimezzato, ma provatele prima così se non siete dei fan dello zucchero puro). Esempio: scorze pesano 300gr, mettere 150gr di zucchero e 150gr di acqua.
Fate sciogliere il tutto (fuoco non troppo alto o lo zucchero caramella) e una volta sciolto, aggiungere le scorze.
Far cuocere finché lo sciroppo non è completamente assorbito dalle arance.
Scolarle e metterle ad asciugare, prima su carta da forno, poi su scottex. (o come faccio io direttamente su una griglia, con dello scottex sotto a raccogliere le gocce).

Quando sono asciutte (io ho aspettato tre giorni), sciogliere 1 o 2 blocchetti di cioccolato a bagnomaria senza aggiungere niente, intingerci le scorzette una a una, metterle ad asciugare su carta da forno (che da lì il cioccolato si staccherà facilmente).
Et voilà :)