E quindi nel giro di due ore sabato mattina sono tornata nera nera, come due anni fa.
I preparativi del matrimonio avanzano: ho ordinato il portafedi, e appena ritorna l’accredito sulla carta ordino le scarpe. Questo weekend poi a Biella andrò a vedere i tessuti per il mio abito, e saprò se il mio futuro cognato ha trovato quelli per lui.
Sabato abbiamo portato i futuri suoceri a vedere la casa, per capire se e cosa fare come lavori, e poi abbiamo fatto una mini gita al Duomo di Milano, che non avevano mai visto (!) e al Castello Sforzesco, passandoci solo davanti. Milano è sempre bellissima, e il sabato con il sole lo è ancora di più. Il weekend è andato così, con un sabato senza nemmeno un secondo libero e una domenica con solo tempo libero passato a dormire, mangiare popcorn guardando vecchi film (La Dolce Vita di Fellini, finalmente!) e preparando le lasagne. Mi sembra d’essermi persa totalmente Febbraio, e ho paura che perderò anche Marzo; domattina ci sveglieremo e sarà Maggio e non avrò ancora fatto nessuno scatolone per il trasloco, come nell’incubo di questa notte. Ansia.