Alta fedeltà, Nick Hornby, pagina 81.

Non so di preciso cosa abbia raccontato Laura a Liz, tuttavia potrebbe averle dato almeno un paio delle seguenti informazioni, se non addirittura tutte e quattro:

  1. che quando Laura era incinta sono andato a letto con un’altra;
  2. che questa storia influì direttamente sulla sua decisione di interrompere la gravidanza;
  3. che, dopo l’aborto, mi feci prestare da lei una forte somma di denaro e a tutt’oggi non le ho restituito nemmeno un soldo;
  4. che, poco prima che lei se ne andasse, le ho detto che non ero soddisfatto del nostro rapporto, e che forse, chissà, magari pensavo di trovare qualcun’altra.

Ho fatto davvero queste cose? Sì. Ci sono circostanze attenuanti? No davvero, a meno che qualsiasi genere di circostanza (in altre parole, qualsiasi genere di contesto) possa essere considerato un attenuante. Ma prima di esprimere un giudizio, benché sia probabile che ne abbiate formulato uno, provate a scrivere le quattro cose peggiori che avete fatto voi al vostro partner, anche se – specie se – il vostro partner non ne sa niente. Non indorate la pillola, non cercate di spiegarle; scrivetele punto e basta, stendete la classifica, con le parole più semplici possibili. Fatto? Ok, allora adesso lo stronzo chi è?

Non so se è perché sono decisamente in una fase di valutazione, in queste settimane, ma oggi più delle altre volte che ho letto questo libro questo pezzo mi ha lasciata un po’ a pensare. Perché la prima cosa che mi è venuta di fare è una lista delle peggiori cose che hanno fatto a me? Probabilmente perché sono egocentrica. E allora ho provato a fare la stessa cosa ora. E 4 cose sul mio partner attuale non ci sono, allora le scrivo in generale, ok (ottimo modo per confondere le acque in caso qualcuno legga)?

  1. Mentre tutto andava bene, si conviveva, e si pensava ad un eventuale matrimonio, io ho avuto una storia di mesi con un’altra persona.
  2. Ho dato due mesi di tempo al mio fidanzato/coinquilino – siamo onesti? ecco, convivente – per andarsene da casa mia dopo averlo lasciato per un altro, pur sapendo se ne sarebbe dovuto andare, per lui e per me, il giorno dopo.
  3. Ho evitato di dire a tre persone che le frequentavo contemporaneamente.
  4. Ho confessato un tradimento, mi sono fatta perdonare e ho giurato che era stata solo una sbandata di una sera mentre stavo ancora vedendo, regolarmente, l’altra persona.

Ma diciamo che per chi è propenso al tradimento, fare la lista di 4 cose non è poi così difficile. Anche se sono dell’idea che ci siano cose ben peggiori da fare in un rapporto.