dei preventivi online

Un mutuo da 70.000, prima casa, tasso variabile, di 12 anni, avrebbe una rata più bassa del mio attuale affitto presso quasi tutte le banche. Voi lo sapevate? Io ero rimasta che per una casa ci si doveva svenare di più, mi sfugge qualcosa.

addendum: variabile, perché era la checkbox numero uno nelle form da compilare nei preventivi online. Così come 70.000 è la prima cifra che m’è venuta in mente. E non sto aprendo un mutuo né ho in programma di farlo.

13 commenti

  • milo ha detto:

    è che con 70mila euro non ci compri una casa come quella in cui vivi ora, credo. E’ la parte in contanti per cui ci si svena. No?

  • Anya78 ha detto:

    la mia casa e` costata di piu` ed e` davvero un buco T___T per non parlare del mutuo trentennale che mi massacra lo stipendio ogni mese… cmq milo ha ragione la parte in contanti e` una bella mazzata! per non parlare della provvigione all’agenzia, le tasse ed il notaio…

    ahahah e per fortuna che sono partita carica di ottimismo!! XDDXDD

  • Di ha detto:

    Milo ha ragione, si. Inoltre ti sfuggono gli interessi sui mutui. Ne prendi in prestito 70 mila ma alla fine, per una strana serie di "alchimie" ne paghi quasi il doppio.

  • efraim ha detto:

    Un tasso fisso oggi conviene pure, detto che a prender soldi in prestito poi li si paga il doppio. Ma una cosa credo di pterla dire con certezza assoluta: un tasso variabile oggi è una pazzia. O sono pazzo io o è folle farlo. Puoi credere a chi vuoi sull’economia, ma ci sono dei fatti innegabili, in Italia e nel mondo (il che peggiora le cose): tassi bassissimi ora, insostenibili, debiti pubblici inauditi che genereranno per forza inflazione molto alta nel giro di pochi anni e, con quella, tassi alti. Non ti dico di fidarti di me, ma prima di indebitarti per un dec ennio abbondante verifica se questo non è sensato. Personalmente son troppo di parte, forse (chi non è d’accordo lo giudico un bugiardo, se non è deficiente, ma credo di aver delle motivazioni…). Non so se mi spiego: i tassi variabili variano e non possono che crescere moltissimo in queste condizioni…

  • anija ha detto:

    beh i preventivi credo comprendano gli interessi

    milo una casa piccola come la mia, nel mio paese, sta sui 90.000€ circa, io ho calcolato 20.000 di acconto e 70.000 di mutuo. Ovviamente così, per fare. Io pago 560€ di affitto al mese.

  • anija ha detto:

    efraim avevo il dubbio, in effetti. Ma io onestamente tra tasso fisso e tasso variabile so la differenza come tra il radiatore e … un altro pezzo a caso della macchina, e questo perché non ho un mutuo e non ho in mente di farlo nel prossimo anno. Quando sarà tempo, valuterò

  • efraim ha detto:

    Ok, ma informati molto bene: una casa costa un po’ più d’una macchina e le differenze fra tassi son più importanti di quelle fra tipo di carburanti… ecco, mi viene in mente una metafora simpatica: fare il variabile è come comprare una macchina più grossa e comoda, che però può consumare molto più di quanto puoi accettare, lo che ti convincono perché tanto la strada fuori dal concessionario è in discesa e puoi farla pure in folle… ora poi siamo a zero, come quota dei tassi, e le montagne che stanno spuntando non le ha mai viste nessuno…

  • Di ha detto:

    Sono daccordo con Efraim, meglio a tasso fisso che coi tassi variabili possono esserci brutte sorprese. Io col fisso non ho mai avuto problemi. La rata era sempre la stessa. Ma ormai per me la parentesi mutuo s’è chiusa un annetto fa.

  • anija ha detto:

    sì, anche io sono per non avere mai sorprese. Diciamo che ora come ora, è importante anche scegliere un mutuo che sia ricontrattabile ogni tot anni, per poter scegliere a seconda del momento: chi di recente ha potuto ricontrattare il fisso in variabile ci ha, innegabilmente, guadagnato.

    E beata te, comunque

  • Di ha detto:

    Eh, l’avevo aperto 11 anni fa. Era ora che andasse chiuso anche perchè avevo la "formula" forzata che dopo 10 anni di tasso fisso, il tasso sarebbe cambiato in variabile.

    ghgh, comunque, è mia opinione, ci si guadagna solo a mutuo chiuso.

  • Blondi ha detto:

    mutuo variabile assolutamente no. a meno che non sia di quelli "cabrio" ovvero convertibili a fisso quando la rata comincerà a prenderti per il collo e rischi di finir barbona a trent’anni, detta in soldoni. ma davvero. no no no variabile. ma proprio no.

  • Pico ha detto:

    Mutuo????…per ragioni anche anagrafiche alla fine il mutuo l’ho anche già estinto. Era variabile, per 8 anni quasi costante, ma negli ultimi 2 si stava impennando: si capiva che stava succedendo qualcosa.

    All’inizio mica ci tenevo poi tanto ad affrontare quelli che sono stati 10 anni+ “chip” della prima rata ( non avevo capito lì per lì, tanto per cambiare: le rate reali erano 21, non 20 semestrali ).

    Cercando un appartamento “da famiglia” confrontavo le rate mensili con gli affitti.

    Come te conclusi che da un beato paese dove rarissimo era lo sfratto e molti gli affitti relativamente bassi eravamo finiti in uno dove la proprietà, più che un diritto, è obbligatoria per l’esosità della massima parte degli affitti.

    Così ti ritrovi alla fine a lavorare 10 e ora certamente più anni per la banca. Se puoi e se ti basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.