I biglietti ci sono (la destinazione è ancora segreta), il passaporto andrò a farlo questo sabato. Intanto, il weekend appena passato l’ho trascorso al mare, al solito mare, nella casa prestata da mia cugina. Gli ho regalato la serata perfetta (cit.) e lui ha regalato a me il weekend perfetto. 48 ore di sole, viaggi in macchina su impervie strade di montagna, focacce, mare, spiaggia, scottature, cene a base di carne, docce, completini. Ed oggi c’è stato l’incontrarsi in piazza a Milano come facevamo una volta, ma in una piazza nuova, per pranzare insieme, ché il weekend è finito troppo presto.