E così, dopo anni e anni di infruttuose ricerche – perché quando comprai il letto nel 2003, il letto dei miei sogni, i comodini costavano quei 150€ in più l’uno che non potevo, davvero, spendere – finalmente ho trovato dei comodini. Non sono come quelli che avrei voluto tantissimo (ma non ci penso proprio a pagare un negozio online con bonifico anticipato) ma staranno bene lo stesso. L’importante era che fossero in teak, che trovare un legno di colore simile era altrimenti impossibile. Offerta fatta e accettata dal venditore, manca solo di pagarli e riceverli (il letto è questo… nella mia terzultima casa, sigh)