Il treno ha fatto 2 ore di ritardo. Quello dopo un quarto d’ora. La macchina aveva la chiusura centralizzata bloccata e i vetri brinati. Da dentro, intendo. Arrivata alle 11 di sera a casa ho ordinato ravioli di gamberi e spaghetti di riso da mangiare davanti a Desperate Housewives. Ho aperto l’email e ci ho trovato un bellissimo frammento del weekend. Il primo, da tanto. Stamattina avevo così tante cose da dire, e ora sono passate tutte, lasciate sulla panchina di stazione termini; se qualcuno le ritrova, le lasci pure lì ammucchiate per terra, ché alcune non erano poi così belle, né saggie.