Sta male. Ah, già, questo non è twitter, sto scrivendo un vero post. Sto male. Sarà per il cibo cinese, sarà che faccio finta ci siano ancora 30 gradi e giro svestita, saranno le conversazioni, sarà la troppa uva, saranno i residui della giornata stressante (ma sicuramente meglio delle prime due della settimana). Malditesta, maldistomaco, fredda consapevolezza di non poter stare a casa domani nel caso nella notte peggiorasse, il che porta a peggiorare sicuramente la parte psicosomatica. E certo, invece che andare a dormire me ne sto qua, cioè, mezza qua, mezza su gtalk e l’altra mezza ad aspirare una cimice entrata da chissà dove.