Commit This To Memory gira su iTunes. Un’altra cosa che gira sono le palle per aver scoperto che qualcuno ha inviato una mail di spam a tutta la mia rubrica, con il mio account, appena prima di cancellare la rubrica stessa. Ed un’altra cosa che gira, di conseguenza, è l’antivirus.
Ora aspetto la collega lovlou, poi andiamo da lei in attesa della cena ufficiosa di parte dell’ufficio. Domani invece cena con i soliti noti, dopo tanto tempo; e già so che dovrò discutere con le paranoie sul cenare con estranei (nonostante li conosca -_-‘) di jd. Alla fine, litigheremo, metterà il muso e dirà che va a dormire a casa sua ma che « [cit] non se ne sta andando perché lui non vive lì » (ci passa solo 24h ore al giorno, ma vivere pare sia un’altra cosa). Mi dispiace già adesso, figuriamoci. Se fossi una persona ragionevole, sapendo già tutto questo, quando partirà per la tangente nonostante il tatto che metterò a forza nella cosa, dovrei essere in grado di trovare il modo migliore per evitare il disastro; ma non ne sono capace: a me gli artigli escono fuori da soli quando mi innervosisco e non c’è modo davvero di evitare tutto lo sfacelo successivo; che pena mi faccio.
Però queste sere passate sul divano, abbracciati, a guardare desperate housewives – interrompendo di tanto in tanto per cose più piacevoli – mi fanno stare in uno stato di tranquillità che cercavo da troppo tempo.