Lavato, aspirapolverato e preparato 22 cupcakes nocciole e cioccolato. Ora li guarnisco, mi fiondo sotto la doccia, aspetto un secondo all’aria di asciugarmi e poi mi butto a letto stile sacco di patate a guardare qualsiasi cosa per un paio di minuti – quelli che mi servono per affrontare la fatica di chiudere gli occhi e addormentarmi, talmente sono stanca. Punto la sveglia a mezzanotte e mezza, così lo aspetto alzata; stanca, sicuramente nervosa per l’interruzione, anche se volontaria, di sonno, ma decisamente felice. Continuo a non ricordare l’ultima volta che mi sono sentita così; appagata sotto ogni  punto  di  vista.