Voi lo sapevate, che a Milano il carnevale è al giovedì? E così questo weekend arrivano anche qua i coriandoli. E ieri abbiamo lavorato 6 ore ed oggi ne lavoreremo 6 e mezza, intervallate da un brindisi per festeggiare l’anno di lavoro sul sito e milioni di chili di chiacchere (che io mi ostino a chiamare bugie, eh, è l’abitudine). Lunedì faccio partire i miei fioretti; ancora non ho capito se ne basta uno per avere la grazia eterna o devo farne almeno due per poter riprendere poi a fare la buona non cristiana ma avere le spalle coperte in caso mi fossi sbagliata. Il primo fioretto è semplice semplice: basta vestiti e scarpe per il periodo di quaresima; decisamente più difficile che privarmi del cibo :D Il secondo è un tentativo che porterò avanti finché riesco e riguarda cose cilindriche con 0,6mg di nicotina l’una che a certe ore della notte, in questo periodo, stanno diventando assolutamente indispensabili; chi fuma capirà ;)
Sarebbe bello poter decidere e far rispettare fioretti anche per altri, tanto per dimostrargli quanto, nel loro piccolo, anche senza impegno, riescano a rendere questo mondo ancora più di merda ogni giorno e quanto potrebbe invece essere più bello se. Come il tizio che l’altro giorno mi ha quasi buttata a terra con una spallata mentre mi guardava truce – spero fosse perché assomigliavo alla ragazza che l’aveva appena evirato, sarebbe stata un’ottima motivazione. Oppure tutti gli altri. Come fioretto potreste prendere il vostro peggiore difetto, come la maleducazione perenne e costante, l’arroganza, l’ansia fastidiosa, l’assenza di sorrisi sinceri da facce già brutte di loro, il non rispetto e provare, anche solo per un giorno, ehi, anche solo per un’ora, a vivere senza. A far vivere me senza doverle subire, perlopiù. Ah, poi c’è anche chi potrebbe, prima di farsi le foto da spargere a macchia d’olio su flickr, lavarsi la faccia e curarsi un po’, che mica si deve essere per forza confuse con un animale di razza non identificata per sembrare intelligenti. Guardate me u_u