Sono qua, che invece che avere le gambe stanche per lo sci faccio fatica persino a stare dritta, al diavolo il mal di schiena. E quindi cibo e cortisone, e Alice nel Paese delle Meraviglie ed ora Mary Poppins. Non posso nemmeno fare i lavori di casa, già stare distesa è una sofferenza. In compenso, il lavoro è andato bene, mi sono portata più avanti del previsto e forse stanotte smetterò di sognare righe di codice e riuscirò a riposare. Ma chi prendo in giro, so già che ho in lista una serie di altri incubi accennati questa settimana che mi terranno ben sveglia. E proprio stasera parlavo con una cara amica di una volta e ricordavamo il periodo delle medie, le mille paranoie, e non credo sia tanto vero che le cose sono cambiate. E’ solo cambiato il tipo di pensiero, ma alla fin fine ci si ritrova sempre con la testa che si morde la coda e a fare gli stessi sbagli di sempre. E dovrei ben ricordarmi come è andata l’ultima volta che ho commesso uno sbaglio del genere, c’è questo blog qua a ricordarmelo e quella macchia di succo alla pera sulla cassa del pc.