Probabilmente non riuscire ad arrivare alla fine del City, a quella dannata pagina poco prima dei sudoku, senza accartocciarlo dalla rabbia e buttarlo nel cestino ogni volta che leggo le risposte che quella massa informe di stupidi tristemente rappresentativa dà alla domanda del giorno prima è patologico. Patologico come arrivare a casa e ascoltare hamish che sbotta con un « basta e che cazzo » e ridere per dieci minuti. Pupazzi contro realtà, 1 a 0.