Questa notte ho sognato troll, che erano in realtà elfi domestici harrypotteriani molto, molto cattivi. L’ultimo, la sorella di quello che avevo ucciso senza volerlo, aveva un’ascia. E mi aspettava. E all’ombra pareva un grande coniglio. Era da tanto che non mi svegliavo così di soprassalto e così agitata. Sarà una settimana che dormo male. A casa dei miei avevo la fobia che entrasse qualcuno: quella casa enorme ha un sacco di rumori e tante vie d’accesso, poco importa se c’era l’antifurto (che non ho ancora sentito suonare quindi, per me, non funziona). Poi l’altra notte, l’esperimento della quantità di pesto nella pasta ha causato una notte decisamente in subbuglio, povero il mio stomaco. Vedremo stanotte. Se domattina mi sveglio con 5mm in più di occhiaie, corro ai ripari.