Non va – niente. Sono troppo stanca. Troppo annoiata. Gli occhi si chiudono al suono del sax dei Quintorigo. Fa troppo caldo, troppo freddo, troppa poca aria in ufficio, troppo vento fuori. Ho la nausea, ho male allo stomaco e alla schiena. Mi bruciano gli occhi. Vorrei che lui tornasse. Vorrei non vederlo più. Vorrei sprofondare a letto assieme ai miei gatti e nient’altro. Vorrei avere una grande felice compagnia di amici con cui uscire a bermi una birra e, perché no, fare le 6 del mattino. Vorrei non dovermi trascinare la valigia fino a casa a piedi. Vorrei arrivare subito per mettere le lenzuola nuove. E invece dondolo sulla sedia aspettando le sei e un quarto e mugugnando uno a caso tra i mille vorrei.