Fa troppo caldo per postare. Non pensavo che Milano potesse davvero essere così insopportabilmente calda, afosa e appiccicosa.
Arrivo a casa, la sera, e non si respira. Apro le finestre ed è come se avessi acceso un phon gigante. Tolgo tutto quello che ho addosso, orologio compreso, e mi siedo immobile guardando gli MTV Pets senza nemmeno appoggiare la schiena alla sedia. Nei 13 minuti di ogni puntata penso e ripenso lo stesso circolo di pensieri incessantemente. Tra cui « prima o poi smetterà », « la settimana scorsa si stava tanto bene » ed altri di varia natura. Quest’afa in cui l’unica cosa possibile da fare è pensare da immobili fa decisamente male all’umore.