L’assegno è stato incassato (evidentemente fare gli assegni post-datati quando li si vuole davvero fare non è sicuro, visto che basta correggere la data a penna e te lo incassano lo stesso) quindi io, questa domenica, alle cinque di mattina mi presenterò assieme alla mia dolce metà a Malpensa in attesa del volo delle 7:00. Andremo a Hurghada. Potevamo scegliere anche, pagando poco di più, un albergo migliore a Sharm el Sheik, ma Hurghada è nettamente più vicino a Luxor e quest’anno mi piacerebbe davvero molto fare un’escursione alla Valle dei Re; dev’essere splendida. La spesa è di 560 a testa, tasse, visti ed assicurazioni inclusi, per 7 notti. La scelta era poca, essendo obbligati a partire il 24 e tornare entro il 2 ad orari ragionevoli (*lui*, il 2, ha un esame). Ho letto qualcosa dell’albergo che mi ha un po’ spaventata, ma, insomma, la gente esagera sempre troppo – e soprattutto non sa adattarsi. A me basta sapere che ha 4 piscine, il centro massaggi, la palestra ed è una formula all inclusive (con anche bevande. alcoliche.) L’albergo è questo qua. Mucho pittoresco. Ed ora inizio a prepararmi la lista – che mi dimenticherò comunque di checckare – di cose da portare e comprare.