Il mio oroscopo è una merda. Fuori ci sono 31 gradi, dentro anche. Solo che dentro l’aria sa anche di mandria di gente. Qua si ostinano a guardare i trailer dei film – per lavoro. ovviamente – con le casse al massimo del volume e con me che ripeto ormai senza pensarci « puoiabbassareperfavore? » e cerco di far esplodere quelle dannate casse con la sola forza del pensiero. Come se tenerle basse di default, con quel cazzo di pirulino girato in basso, fosse troppo difficoltoso. Ogni giorno entro a contatto con limiti sempre più infimi della psiche umana, leggo e mi tocca perfino rispondere a chiari esempi di demenza senile prematura. In queste sere solitarie – fino a sabato circa – non potrò nemmeno sentire tia, che s’è fatto rubare il telefono. Cerco un qualsiasi punto positivo per queste giornate. Uno qualsiasi, anche minimo. Appena lo trovo festeggio.