a proposito di gossip

E’ una fiction? Una soap-opera?
Ma cosa ci trovate di divertente a leggere i miei post, i post dei miei amici, dei miei nemici, e poi cercare di ricostruire le retro-storie come se fosse un fotoromanzo?
Vi rendete conto di essere più rivoltanti di un verme morto? Sì?

Volete sapere i retroscena più scabrosi? Non c’è stato nessun tradimento, con nessun blogger. Forse è per quello che gli ipotetici bersagli non hanno scritto niente sul loro blog. Ci sono stati dissapori, con un paio di blogger che al momento andavano al di là dall’essere semplici blogger, sì. Per una questione di divergenza di moralità. E adesso che sapete queste due succulente notizie, siete vicini all’orgasmo? O la notizia vi lascia indifferenti come a un normale essere umano?
Parlate di me, di noi, come se fossimo figurine. Chi si è fatto chi, chi ha tradito con chi, chi sta con chi, e, peggio di ogni cosa, chi farsi amico per. A chi leccare il virtuale culo. Fate schifo come poche cose al mondo. Sul serio.

  • Io e Brian (http://brian.iobloggo.com) stiamo ancora insieme.
  • Brian ha chiuso il suo blog in seguito ad un commento poco gradito di un mio amico (rigorosamente non blogger) che lui non apprezza affatto.
  • Io qualche tempo fa ho scritto di aver letto le email di Brian. E’ vero. E da quello è conseguito l’allontanamento dal gruppo di blogger dei raduni con cui si era formata una discreta cerchia sociale semplicemente perché Brian tende a socializzare più di me con le persone, soprattutto con loro, e quindi sicuramente erano tutte o quasi tutte persone (persone! vere! vive!) che avevano sentito le sue lamentele sulla nostra storia e che quindi non avevo piacere di ritrovarmi davanti. Solo per una questione di fastidio nel ricordarmi la vicenda.
  • Lapitzi, così come Lucretia, hanno ascoltato per mesi le sue lamentele, i suoi pseudo insulti se si considerava la durata della nostra storia e il mio ruolo in essa (perché per me, dopo aver fatto sesso più di un centianio di volte ed essere stata insieme per più di due anni, sentirmi chiamare "l’admin" nel contesto "devo passare il weekend con l’admin, che palle" è un insulto bell’e buono) e al contempo hanno letto il mio blog privato ed ascoltato direttamente le mie confidenze in cui non facevo altro che chiedermi perché lui fosse strano senza battere ciglio. E’ questa la loro colpa. Eh già. Niente tradimenti interregionali, purtroppo per voi! Niente omicidi con cadaveri negli armadi. Niente orge. Solo una divergenza morale. A loro sembrava giusto così. A me no.
  • LaLudy, la stavo quasi dimenticando. Brian e lei si sentivano al telefono. Il mio sesto senso mi diceva da mesi che c’era un’altra e, ahimé, ho sbagliato persona. Mi sono insospettita. Lei con un atteggiamento ancor oggi a me incomprensibile non ha fatto altro che fomentare i sospetti per poi trincerarsi dietro un « sono cazzi miei ». E basta. E tutti vissero felici e contenti, non era lei la blogger di cui era infatuato il mio indeciso uomoblogger.
  • Volete sapere chi era? Era qualcuno che ha conquistato il suo cuore ballerino dopo un paio di email, una foto ed un alter ego. Una blogger. Curiosi? Se volete vi lascio il mio paypal. Per 50€ vi svelo il nickname della blogger seduttrice.

E’ tutto. Almeno, se il bollettino ve lo faccio io, non sprecate tempo a ciarlare tra voi.

26 commenti

  • Sumiko ha detto:

    Più che vermi morti direi che è gente che non ha una vita. Che è rivoltante lo stesso eh.

  • Alexiel ha detto:

    Non ci credo. O meglio, non voglio crederci. No dai, non esiste gente così…

  • steff ha detto:

    eh?

    io non ne sapevo niente! però che gossip interessante 
    (nel senso, chi l’avrebbe mai detto che ci siano tutti ‘sti retroscena da soap opera dietro le quinte di iobloggo )

  • Eretia ha detto:

    Mi dispiace, non capivo l’inizio del post, finchè non sono arrivata fino alla fine.
    Mi dispiace davvero

  • tinkerbell ha detto:

    la gente, parla, sparla, mette le mani in pasta, ci si rotola, virtualmente e non… purtroppo…

  • LadyStarlight ha detto:

     caspita… io mi sa che vivo su marte perchè non ne sapevo niente… mi spiace.

  • Robi ha detto:

    No… non dirmi l’unica cosa che non so (il resto lo sapevo, seguendoti. Nomi esclusi)… aspetta che m’avanzino 50€ xD

    Tornando seri(e), immagino che sia un rischio nell’essere la ‘personalità più in vista’ di turno. Perché su Iobloggo sei tu il centro deitt… scusa (linguistica), nevralgico dell’interesse della gente, la magnificentissima/stronzissima/… admin. Vedilo semplicemente come il passatempo, triste e vagamente deprimente, di chi non ha altro da fare, o di chi vuole sapere a chi deve la sua ‘lealtà’. Perché poi è normale, la gente non sa stare al suo posto e formulare il suo proprio giudizio… deve usare l’eticità, la morale e le idee altrui.
    Insomma, non ti ci rovinare il fegato, non vale la pena :*

  • anija ha detto:

    La cosa snervante è che di solito i bersagli dei gossip hanno la loro contropartita: fama e tanti soldi …
    e io?! :|

  • IlMale ha detto:

    Un sacco di curiosi, direi.. chamiamola fama.. forse ne faresti a meno volentieri.
    Bah un detto, non saprei quanto valido, recita, parlate bene parlate male basta che parlate, magari tornerà comoda un dì.
    L’unica cosa scocciante, la vedo da parte mia eh.. diventa che a ste condizioni, poi chi anche chi ti avvicina senza veleità, ne buone ne cattive ma solo per simpatia, da cose scritte etc.. si trova un (purtroppo) "giusto" muraglione davanti.. Cosa spiacevole  è sempre la stessa, brucacchiati con l’acqua bollente anche quella fredda..

  • Allie ha detto:

    Leggo solo ora, ieri non ero a casa quindi non rientro nelle 319 pagine viste e nelle 159 visite xD

    Come al solito, non sapevo niente (se non quello che ho potuto capire dalla lettura del tuo blog privato).

    Visto che tendo molto a farmi i fattacci miei, niente 50 eurI da parte mia xD

    Non amo chi si intromette nella mia vita e, per lo stesso principio, non amo (s)parlare di quella degli altri.

    Mi dispiace per il disagio che avete provato, tutto qui…

  • wuti ha detto:

    Tu pensa che in questo modo hai chiarito le idee anche a chi non interessava. A chi non interessava in modo morboso, intendo.

    Insomma, dopo che non venivo qui da un po’…volevo interessarmi, spulciare, gossippare…e guarda questa che mi combina :-p Fine dei giochi, torno alla mia piatta vita priva di gossip! 

  • gmz ha detto:

    Sei troppo forte, anija!
    In periodi come questo, dove Corona è in prigione per fotoricatti, tu ti offri di vendere il tuo gossip! he he he!

    Grandeeee!!!

  • anija ha detto:

    La cosa bella è che gli altri 20 che non hanno commentato a questo post le vicende che ho raccontato invece le sapevano già, anzi, le intuivano. Ci vuol poco a rendersi conto di quando due blogger prendono strade diverse, se si partecipa alla community. Si fanno i conti delle date dei post sui vari blog e cercano significati nascosti. Io scrivo un post triste e LaPitzi scrive il giorno dopo un post su un uomo e si traggono conclusioni che non stanno né in cielo né in terra.
    Ma, a quanto pare, va bene così a tutti eccetto me. Anzi, perfino stronza io a far chiarezza. Mah

  • OSTIOQUADRA ha detto:

    il massimo della ipocrisia-e bisogna essere o stupidi o in mala fede o magari entrambi -è avere un blog e scocciarsi che la gente si interessi della vita tua.E PERCHE’ MAI UNO TI LEGGEREBBE?SOLO I TUOI AMICI CHE TI CONOSCONO DI PERSONA DOVREBBERO?-DA SBELLICARSI DALLE RISATE!Perchè leggi un libro o guardi un film?assisti alla rappresentazione di altre vite, poi il guardare fuori può servire a guardarsi dentro ma il meccanismo è quello.Ma devi ancora crescere,e il tuo pensiero"sugli altri" è adolescenziale bambinesco.Punto.

  • louis ha detto:

    se mi permetti un ot – molti congetturano sulla mia ritrosia nell’andare oltre il semplice rapporto virtuale e lasciare la mia vita privata o sociale fuori da rapporti blogger –

    la risposta è qui –

    a parte le persone coinvolte – (e mi domando perchè non risolvere tutto in privato serenamente) – tutti gli altri morbosamente interessati ai –azzi vostri??? è perverso e insano –

    scusa Anija e scusate tutti l’intromissione –

  • Daniele ha detto:

    Mi duole dirlo ma sono solidale con anija. E’ un episodio che è accaduto anche a me, Lucretia e lapitzi sono due streghe infami. Centoquarantuno anni fa convinsero il ragazzo con cui stavo a lasciarmi. Da allora, per il dolore son dovuto diventare etero e solo ora ho avuto il coraggio di dirlo.

  • anija ha detto:

    Daniele, hai proprio capito tutto, del mio post, eh? Il post era rivolto a chi sparla e riparla e fa congetture non dietro me, ma dietro tutta la faccenda e tutti quelli che ne sono coinvolti. Come ho già detto: credevo che la chiarezza fosse una cosa che piace a tutti, evidentemente invece era meglio l’alone di mistero che c’era e lasciare che chi non aveva fatto niente continuasse a passare per essere un’amante o una stronza rovina famiglie. Ho sbagliato a precisare che non hanno fatto niente di tragicamente cattivo. Che stronza che sono!

  • anija ha detto:

    OSTIOQUADRA: un conto è interessarsi alla vita altrui. Un conto è ridere delle cose che fan star male gli altri perché si trova la faccenda divertente.
    Ma che te lo dico a fare?

  • milo ha detto:

    leggo solo ora e come spesso mi succede non so cosa dire – ma lo devo dire lo stesso. Io seguo il tuo blog perché sei tu, nel senso che mi interessi tu come persona; non me ne frega niente di fare verifiche incrociate con i blog di altre persone eventualmente coinvolte (posto che io sappia chi sono, ovviamente), perché non mi interessa appurare *i fatti*, a me interessa leggere della tua vita dal tuo punto di vista. Mi mette invece a disagio sapere che invece c’è chi fa la spola fra i tanti blog delle persone (vive e reali come dici bene tu) nel tentativo di (ri)costruire una storia che, fondamentalmente, non li riguarda. Mi spiace molto per l’amarezza e le complicazioni più o meno gratuite che ne sono derivate. Come se ce ne fosse bisogno di altre…

  • anija ha detto:

    e milo non hai neanche idea di che botta di sollievo è sapere, leggere chiaramente che allora qualcuno comprende, qualcuno ha capito questo post semplicemente leggendelo. grazie.

  • britishkiller ha detto:

    leggo solo ora, mi sono incuriosita coll’ultimo post e questo non l’avevo letto…

    non so che dire…

    anzi, devo confessare che questa è la ragione per cui sono molto diffidente ad entrare a far parte di "community" trasposte nella vita reale. Non ho grossi problemi ad incontrare singoli blogger abbastanza sconnessi, ma i gruppi mi fanno paura. Perchè è come se le singole persone riuscissero (nella mia esperienza) a preservare il tuo equilibrio persona reale-persona virtuale, mentre coi gruppi no. Ci sono interferenze della vita reale che non hai chiesto e ti trovi a subire. E sinceramente preferisco essere direttamente responsabile per l’immagine che dò di me sul web.

    Per dire, è per questo che mi sonotirata fuori dal forum dell’università. Inevitabilmente ai corsi si incontrava gente che stava anche sul forum.. E poi questi sul forum ti trattavano non per la persona virtuale che sei, ma per la persona reale, cosa che non mi piaceva.

    Sò strana mi sa, ma nel mio caso il discorso è questo…

    Mi sono trovata bene all’unico raduno a cui son venuta, ma "fare gruppo" in questi casi mi mette a disagio…

  • RiaPatty ha detto:

    non ho mai fatto raduni di qualcosa che era virtuale e sinceramente cerco di evitare anche quelli non virtuali. IN questo sono d’accordo con british, perchè i gruppi sono pazzeschi e maligni. Prese singolarmente le persone sono diverse. E ormai da tempo non credo più nei gruppi. il mio blog e tutto il mio mondo virtuale è qualcosa di a sè stante alla mia vita reale, è il mio rifugio o isola felice. Chi non mi conosce e legge il mio blog pensa che sia la persona + triste di questo mondo, ma non è proprio così. eppure è questa l’immagine che traspare dai post. Con questa premessa, volevo dire che la gente nel momento in cui ti conosce di persona rimane ancorata sempre alla prima impressione, anche se è virtuale. Oltre al fatto che non si può negare che le persone amano il gossip  tanto da diventare il loro unico interesse. soprattutto quando questo diventa qualcosa di + tangibile, perchè circuito da persone reali. Io non so nulla di tutta sta storia e come ti hanno già precisato, ti leggo perchè mi interessa sapere di te, ma i blog io li vivo più come un "romanzo", con degli "scrittori" davanti ad una tastiera, che come un vero e proprio diario. E ammetto di non capirci nulla di tutta sta storia, ma capisco che il gossip e quanto da te descritto fa male, un male cane. Perchè è una cosa che succede anche nel mondo reale, figuriamoci nel mondo virtuale, dove non si hanno colpe, perchè è tutto fittizio, nascosto, celato. Perciò l’unica è guardare avanti ed evitare coloro che feriscono. e anche io sono per la sincerità, per le cose chiare e schiette. siamo uguali in questo. ma spesso le persone sono così meschine, così superficiali o semplicemente stupide da non capire quando è arrivato il momento di essere "educati". il rispetto scivola via e l’unica è girare i tacchi e fuggire a gambe levate da certa gente. purtroppo ne so qualcosa. e concludo che il più delle volte è solo invidia e arroganza, quindi cattiveria. fuggi da loro appena puoi. per quanto doloroso, il tuo futuro ti dirà grazie. a presto e spero di non aver creato un casino…ho solo detto la mia opinione, senza conoscere tutti gli altarini, ma leggendo solo questi tuoi post. Ria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.