E’ che anche se avevo limitato i numeri della mia rubrica ad un paio, quando me ne stavo dalle mie parti se ero a casa da sola, non troppo stanca per crollare dal sonno e non troppo presa male da faccende personali, prendevo il telefono e uscivo con i miei (pochi) amici. Per cena, per bere qualcosa, oppure si prendeva un film e lo si guardava da me. Comunque, anche se non era sempre, sapevo di poter scegliere. Ora no. E chiedo a *lui* « usciamo, stasera? » « vieni a cena da me, stasera? » « vieni a berti un caffè due minuti, oggi? » così, perché altrimenti si sa cosa succede, che si atrofizzano le corde vocali. Ma non perché voglia vedere lui, proprio *lui*, ogni cinque secondi; non è che improvvisamente sono diventata quel genere di ragazza; è che è l’unico che conosco, per dio! E lui risponde con le mani avanti « ma tu vuoi che venga ogni giorno lì? ». Ma no, cazzo. Ma me ne basterebbe anche solo uno, mi piacerebbe bere una fottuta birra senza doverla andare a comprare e bermela da sola davanti a uno stupido programma tv, che non c’ho nemmeno internet quindi non ho telefilm da guardare.