Questo giovedì è uscita la versione ß del progetto a cui sto lavorando da, ormai, settembre. Tra fretta, richieste inesaudibili, litigate e quant’altro, si viene a sapere che la prossima settimana (che doveva essere la seconda settimana di settembre, ma) ci trasferiremo (finalmente!). In un ufficio più caldo, più luminoso, tutti assieme appassionatamente (dovrò aumentare le dosi di tranquillante da prendere al mattino) non solo noi, ma anche qualche altra persona in più, a me ancora sconosciuti (come lui, ad esempio).