Il *suo* esame è andato male, *lui* è quindi molto triste, *lui* di conseguenza viene qui.
E così le giornate proseguono: causa, effetto.
A parte il telefono che non squilla come dovrebbe invece fare.

Io non vedo solo l’ora che passi questa settimana e mezza (che a guardar bene sono poi 7 giorni di lavoro, ancora, e basta) e che si parta per queste vacanze. Non vedo davvero l’ora.