Il malditesta sta passando, assieme alla nausea. Può anche darsi che prima delle dieci riesca a mangiare qualcosina.
Stasera dicono ci sia Monster in tv. Per chi non l’ha ancora visto io consiglio vivamente di non perderlo, lo considero uno dei migliori film che ho visto nel 2004.
Iobloggo sembra essersi ripreso un pochino, vediamo se le migliorie sono servite davvero a qualcosa, che son proprio stufa di discutere mezz’ora per far applicare anche il minimo cambiamento, anche solo in prova.
Dovrei pulire in cucina e corridoio, per eliminare le bianche tracce dei muratori che sono andati avanti e indietro tutta la mattina, ma solo al pensiero del rumore dell’aspirapolvere mi lacrimano gli occhi; sarà per domani sera; intanto sono più che soddisfatta di aver pulito per bene tutta la casa ieri sera. Ho finito a mezzanotte, la schiena è da buttare, ma ne è valsa la pena.
Questo weekend di nuovo fuori casa, da *lui*, prima a una festa e poi alla (proprio la) mostra a Como di Magritte. Non vedo l’ora. Della festa un po’ meno, ho i miei motivi, ma confido nella sorte.
I sogni – incubi di questa notte sono stati traumatizzanti, uno incastrato dentro l’altro; sognare di sognare e di svegliarsi e di capire che era un sogno aiuta un bel po’ a svegliarsi confusi. Sognare quello che ho sognato, poi, è ancora peggio. Ultimamente molti dei miei sogni sono ambientati nella mia baita; prima inseguimenti e assassini con cui stringere patti d’alleanza, poi orsi polari e volpi che rosicchiano braccia, a cui staccare il muso con la spada di berserk in mio possesso in quel momento; ieri sera, festa di halloween nella baita accanto con partecipazione di tutti i metallari che conosco e che non conosco.
E tanti altri, che rinvengono nei ricordi, un bel po’ appannati, ogni volta che ne faccio uno nuovo nello stesso ambiente. Ah, confusione, confusione, sonno e malditesta. Che lunedì banale.