Splinder riesce a dar fastidio anche non avendoci più il blog.
In questi giorni mi sono letta tutti i 300 post arretrati. Sì, tre-cen-to. Alcuni erano di marzo. Metà via mail (iobloggo), metà su bloglines (splinder e privati vari).
Adesso sono un paio di giorni che quando arrivano – bene o male – leggo. Perché è un po’ come i piatti: se li accumuli non è che dopo un po’ diventano verde muffa, però si accumulano sempre di più e alla fine hai solo voglia di buttare via tutto e comprarne di nuovi, che fai meno fatica.
Apro il mio bloglines, stasera. 50 nuovi post, mi dice all’ingresso.
Cinquanta?!
Chi cazzo è che ha scritto la sua vita in post separati tra le sei di sera e le undici?
Nessuno, è solo splinder che ha deciso che doveva riformattare in non so quale maniera i feed; e adesso me li segna tutti come nuovi.