Ecco, è ora. Vado a casa, masterizzo due cose, poi mi fiondo all’appuntamento. Che poi, cazzo, è solo l’ennesimo cliente, ma improvvisamente mi sembra che non ci sia più niente da chiedergli, non trovo i fogli delle specifiche che mi servono assolutamente e le bozze che devo presentare non mi sembrano nemmeno decenti. E andrò giù agitata, paranoica, guidare sarà stranissimo, come sempre quando sono agitata, e arriverò giù confusa. Nervoso.