Non sono finalista. Nemmeno con iobloggo.com, nonostante l’abbia programmata interamente una donna e sia una delle prime dieci piattaforme blog in italia.
Mi dispiacerebbe, credevo mi sarebbe dispiaciuto; insomma, io non sono sportiva, non ci credo al "l’importante è partecipare" e non ci ho mai creduto, io partecipo per vincere, se partecipo a qualcosa. E di solito vinco, e questo peggiora la sconfitta, quando c’è.
E invece no, non mi dispiace.
Perchè è arrivato in finale questo sito, per esempio.
Mi dispiace aver perso tempo ed essere perfino stata in ansia per un concorso del genere. Vorrei solo dire che un sito del genere, tra i finalisti di un concorso "donne sul web", ai miei occhi, svilisce il ruolo delle donne nel web. Insomma, siamo solo capaci di far cose del genere, per essere rappresentate da siti così?
Amareggiata.

Tra l’altro: il primo anno, nella categoria Community sono arrivati in finale solo community di donne (iobloggo escluso, quindi). Nel secondo anno, le categorie sono state divise in Community e Progetti per le donne. Quest’anno, community è stato tolto. Iobloggo è stato quindi inserito in Turismo e Tempo Libero (perchè un blog è tempo libero). E in finale ci sono, ovviamente, come prevedevo, cinque siti di turismo.

Edit: iobloggo compare ora tra i finalisti dei premi speciali, nella categoria "professionista del web". Mi toccherà andare all premiazione con una maglietta con su stampato "io dico NO al mondodielena!"