Ho appena inserito su filmup le varie opinioni sui film che ho scritto ultimamente (avevo un po’ di arretrati). In realtà vorrei cercare di scrivere un post per ogni film che vedo al cinema (o in tv, ma che sia un film nuovo); solo che me ne dimentico.
Stamattina sono stata in ospedale per la panoramica. Lunedì vado a ritirare gli esami, poi chiamo il medico per vedere quando fare la seconda visita in cui deciderà quali denti quattro denti del giudizio togliere. Ho speso 20 euro per una visita di tre minuti, e altri 20 per la panoramica. Quanto spenderò per l’intervento vero e proprio? Sarà comunque sempre meno degli 800 chiesti dal dentista privato; inoltre dicono che questo dottor « iooong » (finchè non l’ho visto scritto, il nome, mica lo capivo dalla pronuncia) sia un dentista piuttosto serio e affidabile. Sono anche passata alla seab con il foglio per la tassa sui rifiuti, dopo solo 11 mesi, e la tipa ha avuto da ridire sul ritardo, e io ho avuto da ridire sugli orari ridicoli dell’ufficio (9-12, chiuso il sabato e tutti i prefestivi). Sono passata anche in banca a cambiare il domicilio (anche qui, dopo solo 11 mesi, ma loro non lo sanno :oops:) e a prendere la chiavetta password; come sono tecnologici, nella mia banca! Visto che la gente che ci casca, nelle email fraudolente, è sempre tanta, loro, per ogni operazione on-line, ti richiedono una password (prima la richiedevano solo per operazioni di un certo tipo, o con importi molto alti). La password può essere presa dalla scheda di 30 password che ti danno quando attivi i servizi web (e per chi, come me, che fa tutto on-line, sarebbe una tragedia) oppure da questa nuova chiavetta, che ogni 60 secondi, sempre (anche di notte!), visualizza una password. La chiavetta costa 1 euro al trimestre, ma solo se non si fanno operazioni: se no è gratis. Adoro la mia banca. Peccato pe quella odiosa pubblicità dell’ingresso libero, uscita a pagamento; che alla fine dice « ti faresti trattare così da un conto corrente? ». Beh, certo che no. Quindi ti fai un conto genius (come il mio). Sempre che tu abbia meno di 30 anni. Se no, to lo prendi sui denti, il conto moralmente onesto, e ti fai trattare proprio così da un conto normale, sempre della stessa banca. Io fossi mio padre (che ha il conto nella stessa banca, ma normale) andrei lì e mi metterei a urlare che « io non mi faccio trattare così da un conto corrente! » e lo chiduerei, tanto per protesta.

Intanto, *lui* ieri sera è arrivato e contravvenendo alle mie specifiche e ben giustificate linee guida circa il non fare il regalo di s. valentino, ha portato con sè uno splendido calendario con dei bellissimi dipinti di calle. Si è fermato da me, e oggi è ancora qui. Oggi come non mai, quindi, non vedo l’ora che finisca la giornata lavorativa. Tra l’altro, ho appena mangiato due spicchi di focaccia, fatta da lui, che da ieri è diventato ufficialmente il miglior focacciere del mondo (se escludiamo la liguria dal mondo, ovvio).