Ho lavato i piatti, riordinato, cucinato. Ora vado a mangiare sul letto e poi a dormire, cercando di prendere un ritmo di vita più regolare, che dormire 4 ore a notte non fa per me.
Domani mattina libera, vado in posta a regolare un po’ delle cose che ho in sospeso da troppo tempo. Se faccio a tempo passo all’ufficio di collocamento a iscrivermi alla lista attori o come cavolo è per quella storia della comparsa.
Mi auguro buonanotte da sola, reprimendo stupidi istinti che mi vorrebbero con il telefono in mano e la voce più improbabile all’altro capo.