Come si nota dagli ultimi post, tutto va come al solito.
I soliti stronzi che rompono, i soliti imbecilli che si incontrano, i soliti amici che si negano a volte sì a volte no o fanno cose incomprensibili, il solito tipo che non chiama, il solito uscire con Tia e al massimo Ele e Dory, i soliti probemi economici (che forse miglioreranno questo mese grazie a due lavoretti esterni e un nuovo piano risparmio).

In compenso, ora, di fronte a me, che parla con il mio capo, c’è il tipo che vedevo sempre al bar di fronte all’ufficio e che mi fa morire.
Peccato abbia sui trentacianque anni e, considerato il mio culo in queste cose, sarà sicuramente già sposato.
Sigh.