Sempre breve, il nostro signor Rob Brezsny.

Prevedo che nel 2013 le Nazioni Unite sceglieranno un’area di 13mila ettari nel nord del Canada per farne la discarica del pianeta. Il riscaldamento globale avrà sciolto buona parte del ghiaccio che ora rende difficile l’accesso via mare a quell’area, e così un flusso continuo di navi potrà scaricare tonnellate d’immondizia proveniente da tutto il mondo. Non dico che sia una buona iniziativa; mi limito a riportare i fatti che prevedo. Ma vorrei anche proporti di usare quest’idea come metafora del modo di affrontare i tuoi rifiuti psichici. Che ne dici di avere un posto e un orario fisso per lo smaltimento rituale? Diciamo che potresti andarci ogni sabato alle dieci di mattina. Dopo un momento di riflessione, potresti prendere un pezzo di carta, scrivere tutto quello che ti fa star male e ti fa impazzire, e poi bruciarlo, seppellirlo o farlo in mille pezzi. Prova.

Mh. Mica stupida, come idea.