Sarò io che sono selettiva.
Però, che cazzo. Mi innerva quando mi dicono « ma dai, come sei perfettina però » e mi fanno sentire un mostro solo perchè mi lamento del fatto che uno dimentica l’italiano nei messaggi! E solo perchè credo che sia meglio spendere 15 centesimi in più e comprare qualche vocale, accidenti. Oppure perchè giudico vuota una persona con cui non riesco ad affrontare, nemmeno dopo mesi!, discorsi più impegnati di un « secondo te, quello lì, come ce l’ha, grosso o piccolo? ».
E in ogni caso, sarò anche selettiva, ma di che cazzo di persone è formato il mondo?
Un barista che conosco da qualche settimana (conosco = ci diciamo “ciao”), mi ha mandato, qualche giorno fa, un messaggio: « cos’è un anatema? » -_-
Quando l’ho rivisto, gli ho chiesto perchè l’ha mandato proprio a me l’sms. « Boh, perchè non lo sapevo e mi sei venuta in mente solo tu che potevi saperlo ». La settimana dopo, scrivo sul foglietto per le ordinazioni, 1 Cocktail della casa. E lui? Si congratula per il fatto che l’ho scritto giusto! Alla mia faccia, risponde con un « Eh non lo scrive giusto quasi nessuno ».
-_- ma c’è ancora, vero, l’obbligo della terza media in giro?