You know that it would be untrue
You know that I would be a liar
If I was to say to you girl
We couldn’t get much higher

Quanti ricordi, in una sola canzone. Ricordo di un’intera epoca.
Ricordi di giravolte in una piccola piazza, sul lungomare, in vestitini attillati e corti, in gonnelline svolazzanti sopra abbronzature perfette. Ricordi di risate, quel tipo di risata che sanno fare solo due vecchie amiche, dopo un cuba libre, alle tre del mattino in una città sconosciuta quando sanno di essere osservate.
Civetterie e tecniche di seduzione, cambiamenti nell’arco di mezz’ora per adattarsi alla preda ed essere solo quanto lui desidera.
Serate con gli amici, cellulare che squillava di continuo e mai per lavoro. Autocompiacersi di dover trovare il modo di dire no a qualcuno.

Oh, the time to hesitate is through
There’s no time to wallow in the mire
If I was to say to you
That our love becomes a funeral pyre