Sono tutti in vacanza.
Sto leggendo i 104 post arretrati, e non faccio altro che trovare date di partenza, date di ritorno, mete prefissate, post veloci da internet point. *Lui* è in vacanza. Fbdc e la tipa in Corsica, ele e dory in Croazia. Sara se ne va al mare tre giorni. Esco e mi ritrovo a sentire i resoconti delle vacanze appena finite di altri amici.
E io sono qua. Da sola. Completamente sola. Sola in ufficio, sola a casa quando torno la sera troppo tardi per colpa di questo orario estivo dei mezzi pubblici che è ridicolo. E non andrò in vacanza nonostante abbia un sacco di giorni di ferie; il massimo che posso permettermi è andare una settimana in baita a mangiare eventuali cibi avanzati dai miei alla fine della loro di vacanza, oppure uccidendo qualche mucca di nascosto al pastore. Niente aerei per paesi esotivi, niente treni per città europee, niente vacanze in bicicletta, niente settimana in tenda.
Non riesco a capire se sono più triste o incazzata o semplicemente stanca di tutto. So sole che a (tante) volte mi viene da piangere. E che si ricomincia con l’insonnia.