Breve illuminazione per chi si è astenuto per far fallire il referendum:
Non avete fatto fallire il referendum, ma fatto fallire la (remota)
idea che il popolo italiano sia in grado di prendere ed esprimere una
sua decisione, anche solo con una crocetta. Così facendo, chi si è
astenuto, si è messo da solo dentro al gruppo degli italiani ignoranti,
indolenti, indifferenti che si sono astenuti perchè non sapevano cosa
fosse, non gli interessava, non avevano voglia di alzarsi dal letto di
domenica, volevano andare al mare.
Io piuttosto che sapere di rientrare in un gruppo del genere avrei
alzato il culo e sarei andata a dire la mia, a dire NO, a far sapere al
mondo che non è che non me ne fregava un cazzo, non è che ero troppo
ameba per non saper formulare una scelta mia, nossignore, sono in grado
di prendere una decisione e di farla conoscere.
E sta cosa che il voto non è un obbligo, buon dio, fosse per me lo sarebbe invece!
Non vai a votare perchè non ti senti rappresentato suona troppo come
"non ho voglia di fare una cosa che non serve a niente". Ed eccoti lì,
in poltrona, a commettere un peccato capitale: l’accidia. Se non
ti senti rappresentato, allora cazzo alzati, vai a votare e lasci
scheda bianca, o nulla. Fai vedere che la politica ti interessa, fai
vedere che non siamo un popolo indolente a cui va bene tutto, fai
vedere che devono cambiare le cose se vogliono avere qualche votante in
più.

Uff.