Dialogo via email con co-amministratore di un progetto che sto seguendo:

[15:14] A: E’ dalle 14:00 che tento di accedere al server per farlo riprendere, ma non riesco. E’ ancora fermo al login.
[15:25] X: chiedo un reboot remoto?
[15:39] A: si grazie
[16:18] A: L’hai richiesto?
[16:34] A: Se non l’hai ancora fatto, lascia perdere, forse riesco ora da ssh.
[16:50] A: Come non detto… ma ci sei?
[16:51] X: ehm ero via sorry. se èposto dimmi, se no faccio richiesta
[16:58] A: richiedi
[17:01] X: fatto. mi puoi far sapere quando torna pf?
[17:00] A: Mandami poi indirizzo e testo in modo che la prossima volta possa richiederlo io, che è tutto il pomeriggio che è giù.
[17:02] X: non posso perché ci sono i dati della carta di credito sotto lo stesso login
[17:06] A: Allora la prossima volta riavvia *prima* di uscire
[17:10] X: magari ci sono anche altre priorità senza che mi dici cosa devo fare. cmq ora ho richiesto il reboot
[17.10] A: Sì ci sono altre priorità, ma ti ho chiesto di fare un login e chiedere un reboot, non di stare due ore al pc. Bastava dire "lo faccio dopo che devo uscire urgentemente" in ogni caso, anche lì si tratta di scrivere tre parole e cliccare "invio".