115 domande

Non ho sonno e *lui* è uscito.
E’ tempo di inutili test!

  1. Nome? Silvia.
  2. Soprannome? angy, anija.
  3. Età? 22
  4. Professione? Programmatrice.
  5. 3 aggettivi per definirti? Indecisa, razionale, nervosa.
  6. Il tuo punto debole? Tantissimi punti deboli, primo su tutti il non apprezzamento altrui.
  7. Se vincessi dieci milioni di euro cosa ti compreresti come prima cosa? Una casa. Poi un’altra.
  8. Come ti vesti di solito? Banalmente: magliette, maglie, jeans.
  9. Cosa ti dicono più spesso? Boh… forse "sei in ritardo!".
  10. La parolaccia che dici più spesso? pd.
  11. Il giorno più bello della tua vita? Tanti.
  12. Il giorno più brutto della tua vita? Tantissimi. 29 Novembri (vari anni) per primi.
  13. Ti hanno mai picchiato? A casa, sì.
  14. Una cosa che ti rende felice? Tutte le cose belle: canzoni, sorrisi, montagne, mare…
  15. La prima cosa che fai al mattino?
    Fino a poco tempo fa, sigaretta. Ora non si fuma in casa quindi…
    cerco dei vestiti puliti e faccio in fretta per uscire a fumare.
  16. L’ultima cosa che fai di sera? Film o telefilm, se sono sola.
  17. Cosa cambieresti del tuo corpo? La pelle di braccia e gambe, le sopracciglia, la pelle delle guance e rispettivi capillari rotti.
  18. Una persona che stimi? I miei amici, tutti, altrimenti non sarebbero miei amici.
  19. Un coglione? Fabio. IL coglione per eccellenza. Poi ce ne sono troppi altri.
  20. Le 3 cose che guardi in un uomo/donna? Viso, braccia, schiena.
  21. Mai avuto esperienze omosessuali? Sì.
  22. Una persona che ti attrae fisicamente? Ola Salo epoca "We Are The Ark", Jude Law.
  23. Hai mai tradito? Sì, in modi diversi. Tradito di testa e tradito per sesso, tradito anche per errore (non ero molto in mè).
  24. Sei mai stato innamorato? Sì.
  25. E adesso? Sì.
  26. Cosa ti fa innamorare in una persona? La persona che è.
  27. Se lei/lui tradisce perdoni? Direi di sì, ma dipende dal tradimento. Se è tradimento di testa, non avrebbe senso e non vorrebbe nemmeno il perdono.
  28. Un sogno ricorrente? Nessuno.
  29. Una figura di merda che hai fatto? Tantissime
  30. Ti depili? Sono obbligata.
  31. Hai piercing? L’avevo, ma quello al naso.
  32. Hai tatuaggi? Non ancora.
  33. Un errore che ti riconosci? Troppo selettiva e irascibile. Troppo crudele quando mi impegno. Troppo sarcastica. Troppo poco amichevole.
  34. Hai mai rubato? Sì.
  35. Sei religioso? Non ora. Ma prevedo cambiamenti.
  36. Ultimo libro letto? Sotto la pelle, Fauber.
  37. Mai fatto una canna? Certo.
  38. Mai ubriacato? :lol::lol: Certo.
  39. Bestemmi? Sì. Ma un pochino meno.
  40. Cosa fai se un gatto nero ti attraversa la strada? Se è piccolo, lo porto a casa
  41. La legge è uguale per tutti? No.
  42. Che animale vorresti essere? Serpente, gatto (solo perchè dorme tanto).
  43. Di cosa hai paura? Farfalle.
  44. Dove vorresti vivere? Africa.
  45. Che macchina hai? quale macchina?
  46. Favorevole alla guerra? Mai. Ma è nella natura dell’uomo.
  47. Hai attaccato la bandiera della pace alla finestra? Dio mio no, e brucerei tutte quelle che vedo in giro, per principio.
  48. Cosa faresti se tua figlia sposasse un musulmano? Se lo ama, sarei felice per lei!
  49. Cosa hai pensato l’11 settembre 2001? Non ricordo, forse al lavoro che stavo facendo in quel momento.
  50. Film preferito? Eternal Sunshine of the spotless mind, Dancer in the dark, Dogville e molti altri.
  51. Drink preferito? Vodka&Redbull, Capiroska.
  52. Piatto preferito? Rotondo.
  53. Sport preferito? Sci.
  54. Genere musicale? Tutto, a parte la musica metal che non posso dire di conoscere.
  55. Vai in discoteca? Andavo, e andrei ancora volentieri, se si organizzasse.
  56. Di solito compri le cianfrusaglie dei "marocchini"? Non c’è mai niente che mi piaccia, ma se c’è, sì.
  57. Sei di sinistra o di destra? Destra.
  58. Un piatto che ti disgusta? Tantissimi. Cavoli, carne rossa non cottissima, e tutte le altre parti di animali che siano strane (fegato, cervello, ecc.)
  59. Ti piace il minestrone? Niente verdura per angy.
  60. Se fosse in tuo potere di risolvere un grande problema – uno solo che affligge l’umanità su cosa cadrebbe la tua scelta? Eliminare gli stupidi pericolosi per la comunità.
  61. Ritieni che l’Occidente sia superiore alle altre civiltà del mondo? Solo più ricco.
  62. Per cosa ti batteresti fino al rischio della vita? Per tutte le mie idee. L’ho detto che sono testarda.
  63. La violenza serve a risolvere i problemi? No. (ma davvero qualcuno risponderebbe MAI sì a una domanda del genere?)
  64. Meglio grassi o magri? Meglio mangiare quanto si vuole. Che non vuol dire necessariamente grassi (è corporatura), ma solo felici.
  65. Ti potresti mai innamorare di una persona che non ti piace fisicamente? No.
  66. Ti piace disegnare? Sì.
  67. Cosa ti infastidisce di più al mondo? I tic, la stupidità, chi mangia con la bocca aperta, e mille milioni di altre cose.
  68. Chi è il tuo regista italiano preferito? Registi italiani? Esistono?
  69. Il tuo programma tv cult? Ally mcBeal.
  70. Cosa non ti compreresti mai? Che domanda è? Non mi comprerei mai un letto a forma di cuore.
  71. Cosa non regaleresti mai? Qualcosa di inutile o qualcosa scelto a caso.
  72. In vacanza dove e con chi? Villaggi Egitto e Tunisia, con amici o con il *lui* del caso.
  73. Invidi qualcuno? Se ha/è qualcosa di invidiabile, sì.
  74. Hai mai fatto a botte? Sì.
  75. Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani a casa? Tempo libero? Cos’è? Se potessi: dormire, guardare film, curare tutti i miei hobby trascurati.
  76. E se esci? Qualunque cosa, basta essere con qualcuno di piacevole compagnia.
  77. Frase preferita? "Mentre i cretini fanno BOOOOH" del tizio che canta sta canzone. Io so perchè
  78. Il tuo scrittore preferito? Stephen King.
  79. Un libro che consiglieresti? Mucchio d’Ossa, Stephen King (non è un orror, per chi se lo chiede).
  80. Poseresti mai nudo per una rivista? Sì.
  81. Gireresti mai un film porno? Dipende da un sacco di cose ma non lo escludo a priori.
  82. Hai mai odiato qualcuno? Un mucchio di gente, cose, luoghi, momenti.
  83. Se potessi far scomparire qualcuno con uno schiocco delle dita chi faresti scomparire? Mia madre. Sparisce anche dai ricordi? Allora anche Fabio.
  84. Quanto è importante nella vita il lavoro? Importantissimo visto che occupa più di metà della giornata.
  85. Il tuo sogno più grande? Sono tutti grandissimi uguali, essere felice forse.
  86. Convivenza o matrimonio? Matrimonio. Niente convivenza prima. (ho questa preferenza da poco).
  87. Gli uomini e le donne quanto sono uguali e quanto sono diversi? Sono uguali perchè sono esseri umani, e sono diversi come sono diversi uomini e donne tra loro.
  88. Ti piacciono gli animali? Sì. A parte le farfalle.
  89. Caccia, sei contro o a favore? Assolutamente indifferente.
  90. Meno tasse e meno servizi o più tasse e più servizi? La seconda è utopia, la prima anche.
  91. Il tuo gioco da tavolo preferito? Master Mind, Paroliere.
  92. Il tuo sogno erotico più hard? Sempre il solito, in tre, prevalenza di uomini.
  93. Scuola e sanità: pubbliche o private? Private.
  94. Che squadra di calcio tifi? Niente calcio, cosa mi importa di 22 persone corrotte e straricche che corrono dietro una palla?
  95. Se tuo figlio/a fosse gay sarebbe un problema? No.
  96. Cosa ti rifaresti dal chirurgo plastico? Angoli della bocca.
  97. Credi alla superiorità della razza bianca? … razza?
  98. Credi alla magia e al paranormale? Sì.
  99. Gli alieni esistono?
    Sì, l’universo enorme e non sono così illusa da pensare che siamo gli
    unici e soli meravigliosi esseri avanzatissimi che crediamo.
  100. Il tuo pittore preferito? Magritte. Dalì.
  101. La città dove vorresti vivere? Biella.
  102. Credi nelle pari opportunità tra i sessi? Pari opportunità sì, ma è un’utopia. Almeno nel mio campo. 2 ditte informatiche su 3 non assumono donne.
  103. Ti piaci? Sì.
  104. Omnitel, tim, blu o 3? Omnitel.
  105. Che cellulare hai? Boh, un nokia, quello piccolo di qualche anno fa, quello con la radio.
  106. Cosa bisogna avere dalla vita? Dalla vita? Quello che ci si prende da sè, senza aspettarsi nulla.
  107. Cosa NON bisogna avere nella vita? Scarsa stima di sè, scarsa stima della vita, troppi pensieri e troppo pochi pensieri.
  108. Cosa non faresti neanche per 10 milioni di euro? Non mangerei MAI una farfalla.
  109. Da 1 a 10 quanto contano per te…

    – I soldi:
    9
    – Gli amici: 10

    – Ragazzo/a:
    9
    – Il look: 5

    – Essere alla moda:
    0
  110. Cosa pensi di:
    Quelli che vanno a puttane: Mi chiedo come facciano e cosa ci trovino…
    Quelli che si drogano: Non mi piace, se lo facesse una persona vicina a me cercherei in ogni modo di convincerla a cambiare.
    Quelle che la danno al primo appuntamento: Che male c’è?
    Gli omosessuali: Sono persone come gli altri, non penso niente di particolare.

    Dei poliziotti: Sono persone come gli altri, non penso niente di particolare.

  111. Sei favorevole a:
    Donare gli organi: No.
    – All’aborto: Sì, sì e sì. E dovrebbe anche essere obbligatorio a parer mio, in certe situazioni.
    All’eutanasia: Nei casi in cui è utile, sì.
    Alla legalizzazione delle droghe leggere: Sì
    Ai matrimoni gay:
    Sì. Il concetto di famiglia è diverso dal concetto di coppia
    eterosessuale. Due donne e/o due uomini possono essere una famiglia
    migliore di una famiglia eterossesuale.
  112. Come ti immagini tra 20 anni? Vecchia, piena di rughe, infelice e stanca.
  113. Hai mai pensato al suicidio? Sì.
  114. C’è vita dopo la morte? Credo di no, ma ho paura che invece arrivati alla fine, esausti, si scoprirà che si deve ricominciare da capo.
  115. Come vorresti morire? Sorridendo.

16 commenti

  • valeross ha detto:

    50) Film preferito? Eternal Sunshine of the spotless mind, Dancer in the dark, Dogville e molti altri.

    Ti piace Lars Von Trier? Sono i 2 film che ho portato ieri all’esame di Cinema…

  • anija ha detto:

    :sbav:


    senti, ti lascio tutta la mia conoscenza informatica + annesso impiego
    retribuito, e io prendo il tuo posto e mi metto a studiare quello che
    studi tu, ok?

    *adoro* questi film di Lars Von Trier. E comunque, il primo anche se
    non è suo, direi che potrebbe un po’ esserlo. Vuoi per le telecamere,
    vuoi per alcuni particolari come il colore dei capelli.

  • Munky ha detto:

    Fai cambio con me ani:D

  • anija ha detto:

    punto primo: "ani" è orribile, nella sezione "chi è anija" trovi i nomi con cui i mortali posso rivolegersi a me, e le pronunce.

    punto secondo: ma tu non studi, nè lavori!

  • Munky ha detto:

    Lo so, però Ani lo trovo troppo stupendo:DD

    punto sencondo: APPUNTO! Facciamo cambio?:D

    Ps: continuo a non vederti online su msn:°

  • Munky ha detto:

    Ricordati anche che Ani è il diminutivo di Anakyn, giovane Skywalker

  • anija ha detto:

    ps: ma io ci sono com’è il tuo indirizzo che provo a riaggingerti (non ti trovo più nella lista infinita di contatti)?

  • Munky ha detto:

    Iuston, ti abbiamo persa!

  • Munky ha detto:

    Oky, a domani allora:d

  • Leo ha detto:

    Ciao Anija,

    condivido la passione per Von trier, per cui ti suggerisco un film uscito recentemente nelle sale (forse lo trovi ancora) di una regista danese il cui stile richiama molto quello di Von trier:
    il titolo e’ "Non desiderare la donna d’altri" e la regista e’ Susanne bier.

    Ma non e’ questo il motivo che mi ha spinto a commentare.
    mi permetto di far notare una cosa che forse ti e’ sfuggita: legalizzare il matrimonio tra gay implica e sancisce inevitabilmente che le coppie gay siano del tutto uguali dal punto di vista dei diritti e dei doveri giuridici alle coppie eterosessuali.
    E questo puo’ essere un bene se pensiamo per esempio ai diritti di successione e di eredita’ o a quelli per l’ottenimento di agevolazioni per l’acquisto di prima casa etc.
    Tuttavia una volta sancita la perfetta uguaglianza giuridica alla coppia omosessuale, nessuno vieta poi loro di avanzare diritto anche per l’adozione, e qui la questione diventa estremamente delicata, perche’ non si parla piu’ solo dei diritti della coppia, ma si coinvolge anche una terza persona, minore, e del tutto incapace di intendere a causa dell’eta’.
    Ritengo che questo aspetto vada considerato con molta attenzione..

    Tuo estremamente saltuario lettore
    Leo

  • anija ha detto:

    con "due donne e/o due uomini possono essere una famiglia
    migliore di una famiglia eterossesuale" intendevo dire che saprebbero
    anche allevare un figlio così come una coppia eterosessuale. La cosa
    più importante dei genitori, a parer mio, non è che siano una figura
    maschile e una figura femminile, per dare equilibrio.
    E’ una cavolata, anche nelle famiglie normali ci sono uomini
    effemminati e/o donne troppo mascoline, ma a loro non si vieta nulla…
    La cosa più importante dei genitori è che sappiano essere genitori, e
    questo chiunque può farlo.

  • Leonardo ha detto:

    Quello che dici e’ sicuramente condivisibile, e nessuno mette in dubbio l’amore e l’attenzione che queste coppie possono dare
    al bambino. Non vorrei sembrare intollerante perche’ personalmente non ho nulla contro le coppie omosessuali, e come detto prima ritengo positiva una legge che ne tuteli i diritti di coppia dal punto di vista dell’eredita’ e delle agevolazioni domiciliari.
    Quello che mi lascia decisamente perplesso e’ l’impatto che questa situazione avrebbe inevitabilmente sul bambino una volta che questo verrebbe inserito nella societa’; penso solo a come verrebbe additato ed emarginato dai suoi amichetti appena cominciasse a frequentare l’asilo o le scuole elementari, e non si puo’ pretendere che un bambino di pochi anni abbia la maturita’ per capire certe situazioni ed affrontarle in maniera consapevole ed equilibrata. 
    Io penso che se la natura impone a due persone dello stesso sesso di non poter procreare non sia giusto ed etico che una stato giuridico (che ha il dovere di tutelare i diritti di tutti e quindi anche quelli del bambino)
    decida il contrario. E’ pur vero che anche una coppia eterosessuale spesso non puo’ avere bambini ed anche in questo caso si ricorre all’adozione, ma questo e’ dovuto ad un "difetto" di natura, non ad una "regola" di natura.

    Ad ogni modo vi sono 2 etiche:
    una personale e soggettiva, la mia e’ un’opinione personale che non ha la pretesa di prevalicare quella degli altri, che rispetto anche se non condivido.
    Una nazionale e sociale e che e’ espressa chiaramente dalle leggi che governano la nazione.
    Mi auspico che argomenti di questa delicatezza sociale possano essere decisi quanto meno attraverso un referendum che rispecchi l’orientamento nazionale e sociale.
    In fin dei conti il punto e’ proprio questo: il bambino dovra’ inserirsi in quella stessa societa’ che avra’ preso questa decisione, favorevole o contraria che sia.

    Leonardo

  • valeross ha detto:

    Se me l’avessi proposto un po’ di tempo fa avrei accettato subito, ma ora che mi manca solo la tesi mi risulta difficile…

    Forse quando sarò ufficialmente una disoccupata me ne pentirò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.