Io non ho bisogno di te per fare in modo che tu possa caricarti e risolvere i miei problemi. Io non ho bisogno di te per buttarmiti sulle spalle quando il primo macigno si avvicina per schiacciarmi. Io ho bisogno di te per avere la ragazza che adoro accanto, per sentirmi bene almeno con una persona al mondo.

E io come faccio a fargli capire che come le bambine sognano il principe azzurro, biondo sul suo cavallo bianco, io sognavo un uomo che dicesse questo, queste parole, in questo modo? Che sognavo un uomo che camminando mi prendesse per il polso, con naturalezza, e se ne rendesse conto solo dopo? Sembra che lui sia un incarnazione di un mio desiderio.
E mi avverte che non è così, non è il ragazzo perfetto, che quando la cosa passerà lo vedrò con altri occhi, che lui sarà meno dolce.
Ma cosa importa? Si può cambiare il proprio modo di pensare, di ragionare, di riflettere? No, non si può. Ed è questa una delle cose che io amo di più di lui. E non cambierà mai.